Sartirana, la sagra della rana compie 50 anni

SARTIRANALa Sagra della rana, che vira la boa della 50esima edizione, si rinnoverà da oggi a domenica al Giardinetto estivo di via Roma: è una sagra che attira migliaia di amanti della cucina di una volta. I volontari dell'associazione Sagra della rana saranno impegnati oggi e domani a cena, e domenica sia a pranzo sia a cena. Quest'anno saranno 21 le donne ai fornelli delle rane: grazie a loro si potranno degustare rane dorate, risotto con fegatini di rane e riso Carnaroli offerto dalla riseria Carnevale, e polenta e rane. Poi una decina di volontari preparerà i risotti (immancabili quelli con le rane), otto cucineranno la polenta e altri otto saranno alle griglie. A Sartirana ci saranno anche una sessantina di camerieri, cinque persone al bar e quattro alle casse. Inoltre, si ballerà nelle tre serate. Le massaie del paese avranno a disposizione quattro quintali di rane per rinnovare l'antica ricetta di Angela Invernizzi, la "Angiulìna", la cuoca del ristorante Müdlì che nel 1972 si mise a disposizione della squadra di calcio cucinando le rane fritte in una pastella, la cui composizione era nota solo a lei. Info: 334. 8810188. Infine, come ogni anno, ci saranno alcune iniziative collaterali: per l'intera giornata di domenica nel centro storico tornano le Bancarelle nei dossi e si potranno visitare il trecentesco castello e l'annessa Pila. In piazza Ludovico di Breme (castello), dalle 9 alle 18, si potranno ammirare gli scatti sul tema del lavoro a cura dell'Associazione fotografica Frascarolo. --U.D.A.