Distretto commercio progetto da 1,3 milioni ora è caccia ai fondi

MORTARA Riparte il Distretto diffuso del commercio "La via del riso", guidato da Mortara come Comune capofila a fianco di Gambolò, Albonese e Olevano. Il progetto è stato approvato dalla giunta Gerosa in vista della partecipazione al bando regionale "Sviluppo dei Distretti del commercio 2022-2024": la spesa complessiva è pari a 1,26 milioni di euro, di cui la metà, in caso di accettazione, a carico della Regione Lombardia. Sotto l'aspetto tecnico, a Mortara è prevista la riqualificazione del paesaggio urbano di via Roma con rifacimento del manto stradale mediante la rimozione dell'asfalto e la ricollocazione del porfido tradizionale. Poi c'è il completamento del fontanile dell'abbazia di Sant'Albino con la posa di una barriera in legno, costituita da steccato, a protezione dell'area lacustre e a completamento di un'area a elevata attrattività storico-turistica. A Olevano è in programma la riqualificazione sia dell'ex sede della Società operaia di mutuo soccorso, edificata tra Otto e Novecento tra via Solferino e via Vittorio Emanuele II sia della zona di via Cesare Battisti, in cui si trova il Museo di arte e tradizione contadina, mediante la creazione di nuovi marciapiedi più sicuri. Poi è previsto il posizionamento di un arredo urbano con panchine innovative nella piazza di fronte al municipio e nuovi cestini per la raccolta differenziata. Il Comune di Albonese pensa all'acquisto di un immobile di via Negrone Manara da adibire al ricovero dei mezzi e delle attrezzature per fiere e mercati «allo scopo di consolidare le opportunità di vendita diretta anche da parte degli agricoltori, creando una forte sinergia tra commercio e settore primario».A Gambolò sono in cantiere i lavori di recupero delle aree laterali di corso Umberto I con il completamento dei percorsi pedonali, la creazione di aree verdi e la posa di essenze e arredo urbano. Infine, interventi per il settore commerciale. --U.D.A.