Valle riunisce lumache & riso tornano le sagre della tradizione

La sagra patronale si riaffaccia al panorama delle sagre lomelline dopo due anni di blocco causa pandemia e alcune difficoltà organizzative. Nel fine settimana Valle Lomellina torna a proporre un appuntamento gastronomico pensato per combinare due sagre che si tenevano a fine giugno e all'inizio di settembre. Sabato e domenica si presenterà al pubblico la Sagra della lumaca e del riso, promossa dal Comune e dalla Pro loco in collaborazione con l'associazione Lenza vallese e con il Gruppo Carnevale di Sartirana, e con il patrocinio di Ecomuseo del paesaggio lomellino e Lomellina Advisor web. Nell'area feste di via papa Giovanni XXIII si mangerà sabato, alle 19.30, e domenica alle 12 e alle 19.30: nel menu sono stati inseriti risotto lomellino (con fagiolini dell'occhio), risotto con le lumache, "tajarìn" al pesto di lumache, "cinghiale della Anna", lumache in umido con polenta, arrosto di vitello, salamini e prosciutto alla griglia. Non mancherà la parte musicale: sabato si balla con l'orchestra Adriana Live Music e domenica musica con Fabrizio Guala, il "Fiorello della Lomellina". Oltre alla parte gastronomica, domenica la biblioteca comunale "Marucchi" organizza un convegno nella stradina fra il castello e l'ex chiesetta di Santa Maria di Castello. Alle 16 Marco Feccia, neoeletto presidente della biblioteca di piazza Corte grande, dialogherà con Marzia Orlandi, proprietaria del castello e vedova del regista della Rai Pier Paolo Ruggerini.«Marzia e Pier Paolo - anticipa Feccia - hanno accolto nel castello nomi celebri nel campo delle lettere, dell'arte e dello spettacolo. Fra loro lo scrittore e giornalista Giovanni Testori, i pittori Renato Guttuso, Graham Sutherland, autore dei ritratti di Konrad Adenauer e Winston Churchill, Alberto Burri ed Ennio Morlotti, i critici e storici dell'arte Francesco Arcangeli e Cesare Brandi. Poi uomini e donne di spettacolo come Renzo Palmer, Giancarlo Giannini, che si è sposato nel nostro santuario della Madonna di Casaletto, Ottavia Piccolo e il regista e drammaturgo Luigi Squarzina».Soddisfazione da parte del sindaco Roberto Bertassi. «A Valle - riassume - tornano le cene nell'area feste: inoltre, inaugureremo l'iniziativa "Eventi culturali in via Castello" organizzata dall'assessorato alla Cultura e dalla biblioteca, in occasione della quale consegneremo una targa di ringraziamento al medico di base Domenico Barone, andato di recente in pensione, per l'attività svolta nel nostro paese». A margine, nell'ex chiesa di Santa Maria di Castello si potranno visitare gli affreschi del Quattrocento e la mostra di fotografie della campagna vallese scattate con il drone da Michele Bortoni. In piazza del Municipio luna park per i più piccoli. Per informazioni: info@prolocovallese.it. --Umberto De Agostino