Anas riasfalta la statale 211 e vuole togliere il dosso posato anni fa dal Comune

LOMELLO La statale 211 della Lomellina al centro delle polemiche. Il tratto della strada passato dalla competenza della Provincia a quella dell'Anas è oggetto di un esteso intervento di asfaltatura. Ieri i mezzi operativi erano nel tratto fra la rotatoria per Ottobiano-Ferrera e il ponte sul torrente Agogna: inevitabili le lunghe code a causa del senso unico alternato introdotto dalla ditta incaricata dall'Anas. Code che proseguiranno ancora oggi o, al massimo, domani in un punto della viabilità della bassa Lomellina molto trafficato per via dei mezzi pesanti diretti a Pieve del Cairo e al casello autostradale di Tortona, con il vicino interporto di Rivalta Scrivia. Ma oggi la sindaca Silvia Ruggia dovrà affrontare anche un altro problema.«Avrò un incontro - anticipa - con i dirigenti dell'Anas di Milano, che vorrebbero rimuovere il passaggio pedonale rialzato di via Matteotti per limitare la velocità dei veicoli. Passaggio pedonale, chiamato anche dosso artificiale, che il Comune ha posizionato tre anni fa, quando la strada era di competenza della Provincia. Ovviamente noi ci opporremo a quanto ipotizzato dall'Anas perché, negli ultimi anni, il dosso ha costretto i veicoli a motore a rallentare prima di entrare in paese». Oltre a questo, il Comune aveva posizionato un altro dosso in via XX Settembre, tratto della provinciale 5 per Semiana. «La situazione era diventata insostenibile - conclude Ruggia -. Le auto entravano in paese da San Giorgio e da Semiana alle velocità più elevate e di conseguenza abbiamo posizionato questi passaggi rialzati, che consentono comunque il passaggio dei mezzi di soccorso senza problemi». --Umberto De Agostino