Colli Rovescalesi decisi allo sprint Si impone Buratti ancora il più in forma

ROVESCALADopo aver dominato le corse internazionali di ferragosto a Capodarco e Poggiana, il friulano Nicolò Buratti della Ctf fa il pieno anche alla 69esima edizione dei Colli Rovescalesi mettendo a segno la sua sesta vittoria personale in stagione e la undicesima per il team di Udine. anomalo sprintL'edizione 2022 della corsa oltrepadana è stata anomala per la sua conclusione: mai si era risolta con una volata a ranghi compatti. Ed il talento di Buratti è emerso in tutta la sua prorompenza con uno sprint lungo e dominato già ai duecento metri finali quando ha trovato lo spiraglio giusto per portarsi in testa ed affrontare con estrema sicurezza lo strappo finale che porta all'arrivo di Rovescala.sicurezzaA fine corsa il suo commento a caldo dimostra la grande sicurezza nei suoi mezzi del giovane friulano: «Vincere anche in Oltrepo significa siglare nel migliore dei modi questo agosto ricco di soddisfazioni. Ho vinto due corse internazionali consecutive e quella odierna che, in quanto a difficoltà e avversari, vale almeno quanto le altre due. E' il momento magico in vista del mio ormai certo passaggio al professionismo a fine stagione». A farne le spese in volata fior di passisti quali Sergio Meris e Francesco Busatto, battuti nettamente sul traguardo. Poi, alle spalle atleti del calibro del francese Bastien Tronchon (Ag2r Citroen), già vincitore di una tappe alla recente Vuelta a Burgos e di Davide De Pretto, bronzo agli europei di pochi giorni fa in Portogallo. L'oscar del coraggio va invece al brianzolo Giacomo Villa (Biesse Carrera), audace attore di una fuga solitaria che ha caratterizzato il finale . Villa si è lasciato alle spalle il gruppo ornai scremato arrivando a raggiungere il massimo vantaggio di 26". Poi il sogno del suo arrivo solitario è sfumato a tre km. dall'arrivo, tra San Damiano al Colle e il bivio Braccio, proprio dove è invece cominciato lo show finale di Buratti, capace prima di portarsi appresso il gruppo, poi di raggiungere lo stremato Villa e quindi lanciarsi a testa bassa nello strappo finale vincendo nettamente una corsa che corona una stagione per lui tutta da incorniciare. Ottima l'organizzazione dell'Asd Rovescalese.ORDINE D'ARRIVO1^ Nicolò Buratti (Ctf) km. 151 in 3h.46'34" alla media di km/h. 40,200; 2^ Sergio Meris (Team Colpack); 3^ Francesco Busatto (General Store); 4^ Bastien Tronchon (Ad2r Citroen); 5^ Davide De Pretto (Zalf Euromobil); 6^ Giacomo Garavaglia (Work Service); 7^ Anders Foldager (Biesse Carrera); 8^Mattia Petrucci (Team Colpack). Corridori al via 167; arrivati 56. --PAOLO CALVI