Nuova vita alla pineta sarà area turistica con due spazi giochi

BRALLO DI PREGOLA L'intera area della pineta del Brallo, nella parte sovrastante la provinciale 186 che raggiunge il centro abitato per arrivare sino alla chiesa parrocchiale, sarà completamente sistemata trasformandola in un'area turistica. Un progetto di oltre 300mila euro che è stato interamente finanziato dal Gal Oltrepo. Due parchi giochi, nuovo arredo urbano e il recupero della struttura a ridosso del campo di bocce per trasformarlo in un centro di accoglienza turistico e multimediale saranno solo alcuni degli interventi programmati dall'amministrazione comunale che punta a dare nuova vita ad un'area oggi semi abbandonata, ma che ha potenzialità enormi. Insomma il sindaco Piergiacomo Gualdana punta a trasformare questo polmone verde in una zona che possa fare da incentivo turistico non solo per il Brallo ma per l'intera fascia appenninica.TEMPI DEI LAVORI«È un progetto ambizioso a cui stavamo lavorando da mesi - sottolinea il sindaco Gualdana - e ora che il Gal lo ha finanziato potremo finalmente avviare i lavori in modo tale che già dalla prossima primavera l'area della pineta del Brallo possa diventare un punto d'attrazione ancora più elegante e importante per i turisti. Abbiamo previsto due aree giochi per i bambini, di cui una con attrezzature inclusive. Provvederemo a sistemare nuovo arredo urbano, mentre a ridosso della bocciofila creeremo un punto d'informazione multimediale per i turisti, dove sarà possibile consultare le attività ricettive e tutto quanto riguarda il turismo comprese le escursioni e i sentieri che si possono percorrere nel territorio comunale, con depliant e altro materiale illustrativo. Insomma - continua Gualdana - vogliamo rivitalizzare un'area che ha tante potenzialità e che potrà essere sicuramente un bel biglietto da visita per i turisti». I VIALISaranno anche sistemati i percorsi che si snodano lungo i vialetti della pineta e che dalla zona alle spalle dell'ex scuola e della chiesa si diramano verso l'area della bocciofila. «Si tratta di un intervento importante e che comporterà una spesa di oltre 300mila euro - conclude il sindaco del Brallo - ma che farà sicuramente fare un salto di qualità per quanto riguarda il turismo nel nostro territorio».--ALESSANDRO DISPERATI