Senza Titolo

Per Claudio SpiaggiIl mio papàavrebbe riso di gustoPapà non era un tipo convenzionale e avrebbe riso di gusto nel vedere lo sfilare del triste protocollo dedicato all'ultimo saluto. Io credo che lui vorrebbe essere ricordato mentre vive con ironia la sua vita, alternando le note che tanto amava con quelle amate dagli altri.Come il migliore degli artisti viveva ogni giornata istante dopo istante e ci metteva dentro, come in un portagioie, tutti i suoi affetti più cari lasciando fuori ciò che non conta.Mi mancherà il suono della sua voce, la sua risata e il suo possente abbraccio ma mi consola la conferma di quanto fosse amato. Ci aiuterà avervi sentito così addolorati e vicini, così sinceramente presenti, musicisti, pittori, artisti, letterati e poeti... amici sinceri e devoti, un unico grande cuore di arte e di affetto per il mio papà che non c'è più. Ed io, papà, non riesco e non voglio dirti addio...fatti sentire, di nuovo, per favore.Giorgia SpiaggiInterventoTragica mortema non per lavoroIn relazione agli articoli pubblicati sull'incidente occorso a Stefania Melega, vorremmo precisare che la signora Melega svolgeva la propria attività lavorativa per la Cooperativa Servizi Silvabella, con la qualifica di coordinatrice dei servizi di pulizia: ergo, non era lei a svolgere le pulizie ("lavoro duro quello delle pulizie, che faceva con impegno" è scritto nell'articolo del 17 agosto), ma controllava e verificava il lavoro svolto da altri. Poteva decidere autonomamente i propri orari di lavoro e il calendario delle verifiche dei cantieri, dovendo recarsi in ufficio solo saltuariamente per consegnare i report.Il giorno dell'incidente non sostituiva nessuno, non aveva fatto "doppi turni" (in cooperativa non esistono turni notturni) ed aveva appena effettuato un sopralluogo al Comune di Dorno, da cui era uscita pochi minuti dopo le 10. Stefania era appena rientrata da due settimane di ferie, mente una precedente settimana era stata fruita nel mese di giugno: non spetta, naturalmente, alla scrivente cooperativa stabilire se fosse stanca - come sostenuto negli articoli - ma non per l'attività che svolgeva in cooperativa. Ogni ipotesi è mera illazione, fino a quando le autorità non avranno stabilito la causa dell'incidente. Detto questo, la Cooperativa Servizi Silvabella partecipa alla dolore dei familiari per la tragedia. Rimane il lutto, l'irreparabilità di una perdita che anche noi stentiamo ad accettare: il terribile incidente in cui ha perso la vita la povera Stefania ha portato via una persona di grande umanità, levatura e correttezza. Ha portato via una compagna di viaggio, un'amica, un affetto.Carlo Bonanno. Presidente Cooperativa Servizi SilvabellaLavori mai fattiUna rotondache sembra un UfoForse è più facile catturare un U.F.O. che assistere all'asfaltatura della rotonda di Gropello Cairoli.Giorgio BelottiReplicaEvita Peron, non più Forza NuovaMi spiace per Marco Galandra che, nell'intervista rilasciata alla Provincia Pavese, si è lasciato andare a inesattezze. La sottoscritta, come l'associazione Evita Perón, non fa più parte del movimento Forza Nuova da due anni e mezzo, avendo dato vita a La rete dei patrioti. Non mi è nemmeno chiaro il passaggio che legherebbe, nelle intenzioni del Galandra, il fascismo, Paola Chiesa e la lezione su Falcone e Borsellino che tenne nelle colonie Evita Perón: sembra quasi che i due magistrati fossero simpatizzanti dell'ideologia fascista.Paola Chiesa organizzò (a Pavia, ndr) una mostra con presentazione del libro "Foiba rossa: la storia di Norma Cossetto" in occasione dell'anniversario dell'uccisione della giovane istriana, fumetto, edito da Ferrogallico, che il politico pavese attribuisce invece ad altra casa editrice.Desideria Raggiresponsabile nazionale associazione Evita PeronDialettoLa campana"cioca"La vita l'è quèla ca vivam.Tut i dì./ No quèla ch'at fan vèd,/ in television.E al Cungrès ad Rimini,/ cui giuvin a dì la sua,/ e ca rapresenta,/ una part impurtanta dal Paes,/ uma vist.Des minut ad batiman a Draghi,/ e sufal,/ a un quai pulitic./ Sa vo dì?Che Draghi,/ al sia par num la Pruvidensa,/ l'uma capì.Ma al mesagg?/ Ca voram in ti post ad cumand,/ gent seria, preparà,/ ca fa al so lavurà./ No ca bacaia, / venda al fum,/ e fa al so interès.Draghi al va ben./ Ma l'è al so esempi da seguì. La gent, an na poeu pu,/ ad chi lur./ Ad gent seria aggh'nè./ E tanta./ Ma ad solit l'è scusa,/ a tirà la carèta,/ sensa tanta travai./ E insì vurarisam a cla va./ Parchè pusè la campana la cioca,/ pusè l'è voda.Intanta, cume sempar,/ al Paes al va avanti,/ cui gamb da quèi,/ che al pass o al trott,/ a fa al so duver.Gaetano Respizzi. Pavia