Il sindaco s'arrabbia per la spazzatura abbandonata in strada

il caso«Incivili e cinque volte ignoranti». Non usa mezzi termini il sindaco di Mezzanino, Adriano Piras, nel volantino che ha fatto affiggere per il paese contro chi scarica irregolarmente i rifiuti per strada o accanto ai cassonetti. Ultimamente, sono numerosi gli episodi che si sono verificati, con materiale ingombrante, come uno scaldabagno, un forno a microonde, una doccia, parti di un bagno e di una cucina, abbandonati nelle aree ecologiche sul territorio. Così il primo cittadino, che dall'inizio del mandato si sta battendo contro questi atti di inciviltà, ha preparato un manifesto molto duro: «Voi che buttate i rifiuti in giro per il paese sapete di essere incivili e siete cinque volte ignoranti - si legge nel volantino - perché l'isola ecologica è gratuita, è aperta tutti i giorni compresi i festivi, gli ingombranti su prenotazione vengono ritirati a casa, la tassa sui rifiuti la paghi ugualmente, fai aumentare la tassa degli altri cittadini. Vergognati!». Di recente, proprio per venire incontro alle esigenze della popolazione, il Comune ha deciso di ampliare gli orari di apertura della piazzola ecologica (dalle 6 alle 20 tutti i giorni), a cui possono accedere solo i residenti visto che il cancello si apre strisciando sul lettore la tessera sanitaria. Ma è probabile che gli autori di questi scarichi siano non residenti, ma persone di passaggio, che sfruttano le aree per non recarsi in discarica. Intanto, però, da quando sono state installate le telecamere nei punti dove ci sono i bidoni il Comune ha già emesso un centinaio di sanzioni per l'abbandono irregolare dei rifiuti, cogliendo in flagrante chi lasciava materiali ingombranti accanto ai cassonetti. --O.M.