Sono in calo le multe contro la velocità «Più attenti al tutor»

GARLASCO Meno sanzioni per eccesso di velocità a Garlasco rispetto al 2021. Il Comune di Garlasco con una determina emessa nei giorni scorsi ha stabilito la ripartizione dei ricavi ottenuti dalle multe comminate dalla polizia locale sul territorio comunale e sulle vicine strade provinciali. Il riferimento è al primo semestre dell'anno, quindi dal 1 gennaio al 30 giugno. Nelle casse del Comune di Garlasco è finito un totale di 35.346,53, euro di cui la metà, cioè 17.673,26 euro andrà alla Provincia. «Lo prevede - spiega il comandante della polizia municipale garlaschese, Carlo Viola - il decreto 30 dicembre del 2019, che stabilisce che l'ente accertatore deve distinguere le sanzioni verificate ai sensi dell'articolo 142 del Codice della strada per le violazioni dei limiti di velocità, avendo cura di dividere i proventi derivanti da accertamenti su strade di proprietà comunale da quelli eseguiti su strade di proprietà provinciale. I proventi devono essere ripartiti in misura pari al 50% ciascuno tra ente proprietario delle strade ed ente da cui dipende l'accertatore». Il dato emblematico che emerge dalle cifre presentate è che c'è una notevole diminuzione delle sanzioni rispetto allo stesso periodo del 2021. «Gli automobilisti - spiega il comandante Viola - prestano più attenzione al tutor fisso, che è rimasto sulla provinciale 206 in uscita da Garlasco verso Borgo San Siro. La maggior quantità di infrazioni vengono verificate con l'ausilio delle telecamere mobili che sono posizionati a campione in vari punti della città e delle strade esterne. I nostri agenti svolgono un'azione di prevenzione per migliorare la qualità della viabilità sul nostro territorio». --Mauro Depaoli