Cambia la viabilità di Dorno entro fine anno è atteso l'ok

DORNO Entra nel vivo a Dorno il progetto per la revisione di buona parte della viabilità del paese. Ci saranno due punti importanti del centro lomellino che verranno completamente rivisti. In primo luogo l'amministrazione comunale parla del ripristino del doppio senso di marcia in via Vittorio Veneto (che dal 2017 è diventato a senso unico in direzione Pavia per decisione dell'allora giunta guidata dalla sindaca Maria Rosa Chiesa) e della sistemazione dell'incrocio che conduce in piazza Dante, via Marconi e via conte Cesare Bonacossa.«Per la progettazione della revisione viabilistica di quel tratto di strada - spiega il sindaco Francesco Perotti - è stato affidato l'incarico allo studio Allegrini di Pavia, lo stesso che ha svolto anche tutta la pianificazione migliorativa della viabilità dornese. Il progetto dovrebbero consegnarcelo entro la metà di settembre perché poi vorremmo dare subito copertura finanziaria ed esecutività, in modo tale che il tutto si concretizzi entro la fine dell'anno». Prende forma quindi lo studio per rivedere gran parte della viabilità di Dorno commissionato dalla giunta Perotti nel 2019 e che poi subì un rallentamento a causadella pandemia. «Il centro ha bisogno di essere decongestionato dal traffico - dice il sindaco -. I problemi si presentano soprattutto nelle ore di punta ed anche durante il trasporto dei ragazzi a scuola». Ci saranno altre aree del centro lomellino che cambieranno aspetto. «Vicino alla scuola elementare di piazza Curti - aggiunge Perotti - sarà realizzata una rotatoria che rallenterà il traffico proveniente da via Roma in uscita da Dorno e da viale Papa Giovanni XXIII in arrivo da Valeggio. Saranno poi strutturati degli svincoli per le vicine via Libertà, via Piave e via Roberto Cordara». Anche via Verdi sarà completata e ristrutturata. «Con i proprietari di un lotto di terreno privato che si trova nelle vicinanze abbiamo raggiunto un accordo per l'acquisto - conclude Perotti -. Questa area di circa 600 metri quadrati servirà per concludere la strada. In futuro potrà essere collegata alla vicina via dei Dossi». Si parla anche di una ristrutturazione dei marciapiedi della via. --Mauro Depaoli