Riparte il viaggio sul Grande Fiume della statua della Madonna Pellegrina

SAN ZENONERiparte questa sera da San Zenone il viaggio sul Po della statua della Madonna Pellegrina, rievocazione storica sul Grande Fiume, ideata e organizzata dal Comune di Arena Po e sostenuta dagli altri centri rivieraschi (San Zenone, Spessa, Portalbera) che ospiteranno la statua per le prossime settimane, fino al ritorno ad Arena l'11 settembre. il programmaUn evento che vuole essere un segnale di speranza per la popolazione, dopo gli anni difficili della pandemia, e di buon auspicio per il Po ancora "assetato" nonostante le piogge degli ultimi giorni. Da fine giugno, dopo la consueta fiaccolata con le lanterne sul Po, la statua è custodita nella chiesa di San Gorgonio a Parpanese, frazione di Arena, piccola pieve sulla riva del fiume famosa per essere affrescata con i dipinti del pittore Pietro Delfitto (e che per l'occasione ha ospitato la mostra "Identità Frammentata" con le opere della giovane artista locale Alexia Botta). Oggi la statua lascerà Parpanese e riprenderà il suo viaggio, trasportata sui barcè, le barche in legno dei pescatori, arrivando alle 20.30 all'attracco di Po di San Zenone, nei giorni della sagra di San Bartolomeo: qui verrà trasportata fino in piazza, poi partirà una piccola processione fino alla chiesa di San Bartolomeo, dove, alle 21, sarà celebrata una messa in ricordo di don Achille Tronconi, sacerdote diocesano appena deceduto. Lunedì 22, alle 20.30, nella chiesina, invece, sarà recitato il rosario nel giorno della memoria della Beata Vergine Maria Regina. La Madonna Pellegrina sarà ospitata nella cappellina invernale di San Zenone per una settimana, fino alla sera di sabato 27 agosto quando, alle 20.30, inizierà una processione con fiaccolata lungo l'argine che condurrà fino a Spessa, con tappa alla Madonnina dell'argine, proprio mentre il paese è in festa per la sagra di Sant'Agostino; la processione riprenderà fino alla chiesa di Spessa dove si terranno una breve liturgia della parola e la benedizione. La statua, poi, verrà custodita nella chiesa di Spessa fino al 4 settembre, da qui ripartirà per la tappa successiva, ovvero Portalbera, proprio in occasione della festa del paese. Infine, l'11 settembre la Madonna Pellegrina terminerà il viaggio sul Po, tornando ad Arena: per l'occasione, sarà organizzata la quarta edizione della gara di pesca, in piazza Torre Beccaria, memorial Claudio Preziosa, giovane volontario della Pro Loco, morto a 27 anni, nell'agosto del 2015, in un incidente stradale proprio alle porte del paese. Dopo le prime edizioni che si sono svolte a Parpanese, in collaborazione con il Comune di Arena, la protezione civile, l'associazione "Amici di Pietro Delfitto", gli alpini di Castel San Giovanni e i barcaioli, con centinaia di persone ad assistere al lancio delle lanterne, quest'anno si è deciso di allargare la rievocazione agli altri paesi che si affacciano sul Po, con l'auspicio che la traversata della Madonna Pellegrina riporti un po' di speranza tra la popolazione e ristoro al Grande Fiume, che ha dovuto fare i conti con uno dei periodi di siccità peggiori. --Oliviero Maggi