Multe, sulle strade della provincia stangata da 15 milioni in un anno

Sandro Barberis / paviaOltre 10 milioni di euro, come se ciascun abitante della provincia di Pavia (anche neonati e centenari) avesse versato un obolo di 19,4 euro annui. Questo il conto delle multe dei Comuni nel 2021, anno segnato in buona parte dalla pandemia. Ma in cui, evidentemente, non sono mancati i controlli per velocità, divieti di sosta e altre infrazioni. E ai 10.371.221 euro di multe emesse dai Comuni, ne vanno aggiunti altri 4.321.892 di euro staccati dalla polizia provinciale tramite i velox fissi sulle strade extraurbane: un altro obolo da 8,08 euro a residente. a pavia il conto più salatoIn valori assoluti il centro che emette più multe è il capoluogo Pavia, dove c'è una fitta di rete di controlli automatici sui semafori e per gli accessi alla zona traffico limitato. Il comando della polizia locale di Pavia ha emesso sanzioni per 3.595.651 euro. «In futuro prevediamo di installare nuovi impianti di controllo - sottolinea l'assessore Pietro Trivi - Per vigilare in particolare sulla zona a traffico limitato». Pro capite Pavia con i suoi 50,53 euro a residente emette multe in linea con molti capoluoghi di regione tra cui Roma (49) e Torino (46). Milano fa più multe pro capite con 86,72 euro a cittadino, mentre la città dove i vigili "bastonano" di più è Firenze con 138,33 euro a cittadino. In valori assoluti le prime sono Roma e Milano con 136 e 121 milioni di euro. Anche in provincia di Pavia però le curiosità si annidano nella marea di dati trasmessi dai Comuni al ministero dell'interno. Così emerge che in valori assoluti il secondo centro più ""esigente" è Belgioioso con 752.669 euro che stacca quindi più multe di Vigevano che si ferma a 737.228 euro. La terza città della provincia, Voghera, è addirittura sesta con 586.129 euro. Voghera dove non ci sono postazioni fisse di controllo è superata da centri molti più piccoli come Garlasco e Vellezzo Bellini. l'obolo dei piccoli comuniBasti pensare che nel dato, puramente statistico, delle multe pro capite sono in testa solo piccoli centri. Il primo è Vellezzo Bellini con 182,63 (c'è un velox fisso), segue Albonese in Lomellina con soli 535 abitanti ma multe per 78mila euro (semaforo che fa le multe), terza Belgioioso con 120,37 euro (velox fisso e semaforo con rilevatore automatico).Sempre oltre i 100 euro a residente ci sono San Giorgio Lomellina e Bressana Bottarone, altri centri dotati di punti di rilievo automatico. «In effetti abbiamo diversi sistemi di controllo automatico, sia con velox in entrata su due strade sia da poco anche sul semaforo al centro del paese - spiega il sindaco di Belgioioso, Fabio Zucca -. Sono modalità con cui pensiamo di poter evitare pericoli». Una novantina di Comuni invece non dichiara entrate da multe: sono per lo più microcomuni. Solo alcuni di loro, pur dichiarando zero, potrebbero essere luogo di infrazioni che ricadano nei bilanci dei centri a capo di convenzioni intercomunali --