La festa di San Bernardo a tavola ci sarà la trippa

CIGOGNOLATutto pronto a Cigognola per la seconda tradizionale festa estiva organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con l'amministrazione comunale. Dopo il successo della festa di fine luglio, della Cena in bianco e della manifestazione Calici di Stelle, ora l'appuntamento è per venerdì e sabato con la festa patronale di San Bernardo: due serate di cibo e musica dal vivo al parco di via dei Martiri. In entrambe le serate, dalle 20 sarà attivo il servizio ristorante a cura dei volontari della Pro Loco e non mancherà come piatto forte la trippa. Dopo cena, lo spettacolo musicale: venerdì salirà sul palco della festa il duo Barbara e Lorenzo Sax, mentre sabato toccherà a Katty Piva e all'orchestra Dario Ghelfi Group. Ingresso a offerta. Per informazioni e prenotazione dei tavoli è possibile contattare i numeri 338.2593066 e 339.4391247. La festa patronale è dedicata a San Bernardo abate, a cui è intitolata la chiesa parrocchiale di Cigognola, che si trova ai piedi del castello: sabato mattina, alle 10.30, è in programma la messa solenne in onore di San Bernardo, che sarà celebrata da monsignor Pietro Lanati, parroco di Portalbera, Bosnasco e Zenevredo e vicario foraneo del vicariato Broni-Stradella-Valle Versa. Nato come oratorio privato di San Bernardo abate, nel 1623 papa Urbano VII, su richiesta dei visconti Scaramuzza, lo trasformò in parrocchia. Nel 1718 gli Scaramuzza si occuparono del restauro e dell'ampliamento della chiesa che, dopo il periodo napoleonico, si stacca da Piacenza ed entra a far parte della ricostituita diocesi di Tortona. Oltre agli eventi religiosi e di intrattenimento non mancherà poi lo sport: venerdì, infatti, a partire dalle 19, prima della cena, l'associazione Walking in Oltrepo, che si occupa dell'organizzazione di corsi di nordic walking, propone una camminata soft nella zona con partenza dalla sede all'interno del parco feste (adesioni entro oggi via Whatsapp allo 340.8976794) e possibilità poi di fermarsi a mangiare alla festa al termine della passeggiata. -- Oliviero Maggi