Due falsi vigili urbani truffano una 56enne Via preziosi e 2mila euro

Adriano Agatti / chignolo POI truffatori sono arrivati davanti all'abitazione presa di mira con la pettorina con la scritta «polizia locale». E sono riusciti ad entrare con il pretesto di eseguire verifiche all'impianto idrico. Poi la fuga con un bottino di oggetti preziosi e di duemila euro in contanti.La truffa è stata messa a segno poco dopo il mezzogiorno di martedì. I due si sono presentati davanti all'abitazione di una donna di 56 anni. «Siamo agenti della polizia locale - ha detto uno dei truffatori - e dobbiamo fare un controllo all'acquedotto».la trappolaLa padrona di casa è caduta in trappola, del resto quei due indossavano la pettorina con tanto di scritta per essere più credibili. Uno dei due ha iniziato ad osservare i rubinetti dell'acqua: li apriva e li chiudeva in continuazione. E così ha distratto la padrona di casa mentre il complice ha rovistato nelle altre stanze alla caccia di preziosi. Il falso agente della polizia locale ha trovato denaro contante e oggetti di valore. È poi uscito dalla camera da letto e ha fatto un cenno al complice. I due hanno salutato la padrona di casa. «Adesso è tutto a posto - hanno detto - non ci sono problemi. Ce ne possiamo andare». Poi i saluti.Probabilmente c'era un complice che li stava aspettando al volante di un'auto. I due si sono allontanati. La padrona di casa è entrata in camera da letto ed ha visto che era stata messa a soqquadro. E si è accorta che preziosi e denaro erano spariti. Non ha potuto far altro che chiamare i carabinieri. Poi ha sporto denuncia. Le indagini sono in corso. --© RIPRODUZIONE RISERVATA