Auser, tanto lavoro Boom di trasporti servono volontari

GARLASCODall'inizio dell'anno già oltre 400 trasporti, più di tutti i servizi messi in atto nel 2021 che furono 300. Il gruppo Auser "La Serenella" di Garlasco è diventato un punto di riferimento anche per parecchi Comuni limitrofi. «La popolazione invecchia - spiega il presidente Massimo Mistretta - L'aumento dei volontari più attivi e meno anziani sta dimostrando che Auser è un valore aggiunto per la comunità non solo garlaschese. Abbiamo soci anche dei paesi limitrofi che si rivolgono ad Auser Garlasco perché nei loro paesi non esistono realtà per trasporti sociali come il nostro. Parliamo di Alagna, Tromello ed Ottobiano». A ciò va aggiunto che alcuni trattamenti sanitari specifici si trovano solo nei poli sanitari di Pavia, Vigevano e Voghera. Intanto Auser Garlasco nell'arco di poco più di un anno ha raggiunto il numero ragguardevole di quasi 200 iscritti con anche il numero volontari attivi che è cresciuto: intorno alla ventina le persone attive sul territorio. «Naturalmente - aggiunge Mistretta - siamo sempre alla ricerca di nuovi volontari. Di lavoro ce n'è per tutti e penso che sia anche arricchente poter aiutare concretamente chi ha bisogno». L'associazione negli ultimi mesi oltre al trasporto di anziani ed ammalati si è occupata anche del trasporto dei profughi ucraini a Pavia per il disbrigo della pratiche burocratiche. I volontari sono impiegati sia nel servizio di trasporto per visite ambulatoriali, in ospedale o in centri privati, sia per servizi più semplici come disbrigo pratiche burocratiche e sia per accompagnare le persone anziane a fare la spesa, in posta/banca o commissioni varie. Durante la pandemia questo servizio non si è mai fermato. Si vuole così acquistare un pulmino da 9 posti per trasporto disabili in carrozzina. «Nel frattempo proseguono n i momenti di aggregazione come il ballo liscionell'area esterna del bocciodromo di via Duse. --