Protezione civile derubata di attrezzi per l'emergenza

Pieve del cairoFurto notturno ai danni della Protezione Civile intercomunale di Pieve del Cairo, Mede, Suardi e Gambarana. Ignoti ladri, certamente un banda di più persone, hanno agito in pieno centro in via Pelizza, saccheggiando l'ampia sede del magazzino che ospita mezzi mobili e strumenti usati nelle attività di primo intervento dai circa trenta volontari che costruiscono l'unità intercomunale. Il colpo ha arrecato danni alle strutture logistiche della protezione civile per almeno 5mila euro; il valore dei macchinari asportati supera invece i 6mila euro. Il saccheggioI ladri hanno prima tranciato uno dei due lucchetti che tenevano chiuso il portone in legno che immette nel magazzino; poi con un automezzo gommato hanno letteralmente strappato il secondo lucchetto. Spiega Silvia Pandiani, tecnico comunale di Pieve e responsabile della protezione civile del gruppo intercomunale: «I ladri sono andati a colpo sicuro. Hanno portato via un generatore di corrente funzionate a benzina, una motopompa e tre motoseghe utili nel disboscamento. Pezzi costosi relativamente leggeri, quindi facilmente asportabili con l'uso di un solo automezzo. Poi si sono lasciati alle spalle diversi danni arrecati agli interni, all'ingresso, alle serrature ed portone carraio. Stiamo valutando i costi per poi sporgere denuncia ai carabinieri: ammanchi e vandalismi costituirebbero un danno di non meno 11mila euro». Ieri, dopo la scoperta del furto da parte di alcuni passanti che hanno visto il portone forzato e semiaperto, i commenti negativi all'indirizzo dei ladri si speravano. La responsabile si sfoga: «Hanno rubato strumenti che appartengono alla comunità, arrivati attraverso donazioni, contribuzioni pubbliche, comprati dagli stessi quattro comuni. Una vergogna, tanto più che sono strumenti usati nei rischi ideologici». Ed il sindaco Niccolò Capittini: « Un furto davvero irresponsabile. Ci hanno sottratto strumenti di primo intervento di cui si potrebbe aver bisogno in ogni momento». --Paolo Calvi