Padre e figlio salvano un'anziana «Era rimasta bloccata dal fango»

l'interventoPadre e figlio salvano un'anziana bloccata a letto dal fango entrato in casa. C'è stato spazio anche per tanta solidarietà tra la devastazione che il maltempo ha causato nella frazione Vicomune di Cigognola. Tra i volontari che, ancora ieri mattina, stavano aiutando a liberare strade e cortili dal fango, c'era Gramos Eshja: è stato lui, operaio in una ditta di lavorazione della plastica a San Cipriano Po, insieme al figlio Oklid, a lanciarsi, martedì notte, nell'abitazione di un'anziana di 83 anni, sorpresa a letto dal fiume di acqua e fango penetrato in camera: «Io e mio figlio eravamo appena rientrati dalle vacanze, stava piovendo e abbiamo deciso di andare a vedere se c'erano stati danni alla casa dei nostri cugini - racconta -. Mentre stavamo dando una mano a pulire, sentiamo delle grida di aiuto che arrivavano dalla casa di fronte».Padre e figlio, così, non ci pensano due volte e si precipitano verso la casa, trovando l'anziana a letto, sommersa dal fango che ormai aveva invaso la camera al primo piano: «La signora rischiava di soffocare, siamo subito intervenuti e l'abbiamo portata fuori - aggiunge l'operaio -. Poi abbiamo avvertito i familiari e, con mio figlio, abbiamo fatto il giro delle altre case per capire se c'era ancora bisogno di aiuto». Nella piazzetta della frazione ancora i segni, materiale accatastato da buttare e un'auto distrutta, della devastazione. «La protezione civile e i volontari stanno dando priorità alle zone e alle famiglie con maggiore danno - ricorda il Comune». --O.M.