La casa è inagibile sfollata famiglia con due bambini

CIGOGNOLANessun ferito, ma una famiglia di Cigognola è stata evacuata dalla propria casa perché del tutto allagata e inagibile. «Non potevano rimanere lì anche perché hanno due bambini piccoli. Così abbiamo trovato una sistemazione in un agriturismo - spiega il vicesindaco di Cigognola, Cristiano Maggi, in auto dalla notte prima con gli altri volontari della protezione civile -. Un blocco di cemento, sceso dalla collina con il maltempo, ha ostruito il deflusso delle acque causando questa esondazione».La forza devastante della natura emerge dai racconti di chi c'era: «Mi sono affacciato alla finestra e ho visto un fiume d'acqua che passava in mezzo al cortile e intorno non c'era più nulla». È la testimonianza di un giovane residente della frazione Vicomune di Cigognola, una delle più colpite in tutto l'Oltrepo Pavese orientale dal maltempo dell'altra notte. Il fiume di acqua e fango ha portato via alcune automobili parcheggiate e molti mobili e oggetti dai cortili, mentre la protezione civile ha dovuto evacuare una famiglia dalla sua abitazione completamente allagata e inagibile. Arrivando dalla statale, l'occhio cade subito su un campo dove si è fermato tutto il materiale trascinato via dalla potenza dell'acqua dalle case della frazione: sedie e tavolini di plastica, mobiletti, taniche e anche un frigorifero; accanto alcuni cassonetti dell'immondizia completamente ribaltati. «Se andate più in alto la situazione è peggiore» ci dice un operaio mentre sta liberando la strada principale con l'escavatore per consentire il passaggio delle auto. Infatti, poche decine di metri dopo, nella piazzetta della località, si apre uno scenario alluvionale, con fango ovunque e tre auto ammassate una sopra l'altra contro una cascina. «Verso le 21.30 è iniziato a grandinare, poi alle 22 ha aumentato di intensità ed è scoppiato il finimondo - aggiunge il giovane, mentre fa la conta dei danni aggirandosi nei cortili con gli stivali infangati -. Quando mi sono affacciato ho visto un fiume di terra e acqua che mi ha portato via mezzo portico e si tirava dietro qualsiasi cosa, fortunatamente la mia auto è rimasta al suo posto». Danni sono stati registrati anche nel resto della valle Scuropasso e nei paesi al confine con il Casteggiano: tra Montalto Pavese e Lirio sono caduti dei pali della luce in mezzo alla strada, mentre a Montalto Pavia Acque ha avuto dei problemi con il riempimento del serbatoio dell'acqua, avvenuto solo nel pomeriggio di ieri; black out prolungati si sono verificati, infine, a Mezzanino, Campospinoso e Santa Giuletta. --oliviero maggi