Senza Titolo

BELGIOIOSOÈ all'ordine del giorno del consiglio provinciale di oggi la convenzione tra Provincia e Comune per la realizzazione della tangenziale di Belgioioso. Convenzione che è già stata approvata all'unanimità dal consiglio comunale e che prevede il passaggio in capo a Piazza Italia delle prossime procedure: progettazione esecutiva, espropri, gara d'appalto ed esecuzione dei lavori. VENTI MILIONICosì aveva deciso la Regione che aveva stanziato 20 milioni per un'opera che il territorio attende da decenni e che dovrà eliminare il passaggio, nel centro abitato, di circa 14mila mezzi al giorno, 20% traffico locale, 80% interprovinciale e interregionale. Entra quindi nel vivo l'iter che, dopo l'ok alla convenzione, dovrà essere seguito dagli uffici di Piazza Italia. «Il Comune aveva dato la disponibilità a seguire le fasi procedurali, ma la Regione aveva deciso che ad occuparsene doveva essere la Provincia. Per questo a novembre avevamo trasferito il progetto definitivo validato - spiega il sindaco Fabio Zucca -. Ma vista l'importanza dell'opera per la viabilità, il Comune si farà parte attiva rispetto alle prossime azioni, chiedendo l'impegno formale a procedere con l'iter e a rispettare i tempi per evitare il rischio di perdere i soldi».I TEMPIVanno infatti spesi entro il 2022 i 2 milioni già a disposizione della Provincia per la prima fase dell'iter, mentre i lavori devono terminare necessariamente entro il 31 dicembre 2025. Il tracciato, previsto nel progetto definitivo esecutivo di cui si era fatta carico la società T.T.Europa Trasporti, che ha realizzato la logistica, prevede una variante di circa 4 chilometri, comprendendo due scavalchi della ferrovia Pavia-Casalpusterlengo e la realizzazione di 4 rotatorie. Il percorso inizia ad ovest, vicino all'area artigianale, prosegue a nord, passando oltre, grazie a un sovrappasso, alla linea ferroviaria. Procede verso est fino ad innestarsi sulla provinciale 9, poco distante da Filighera dove è prevista una rotatoria a raso. Da qui il tracciato passa a nord del cimitero dove ci sarà un'altra rotatoria e prosegue a sud con un nuovo sovrappasso sulla linea ferroviaria per terminare, con un'ulteriore rotonda, sulla 234, verso Corteolona. --stefania prato