Scuole, strade e castello piano da tre milioni per i cantieri d'autunno

PAVIAOpere pubbliche per circa 3 milioni di euro. È quanto prevede il nuovo piano investimenti messo a punto dalla giunta dopo il ripianamento del bilancio comunale e approvato dal Consiglio che ha quindi dato il via libera ad una serie di interventi, al via da quest'anno. Scuole, strade, castello. Sono alcune delle priorità dell'amministrazione comunale che ha già incassato una parte delle risorse necessarie attraverso bandi. «Ci sono progettazioni finanziate e in gara d'appalto - fa sapere il sindaco Fabio Zucca -. Da tempo infatti si sta lavorando ad un programma a lungo termine che prevede opere ritenute fondamentali e per la cui realizzazione il Comune si è mosso in anticipo andando alla ricerca dei fondi attraverso bandi statali o regionali. Una quota delle risorse invece arriva dall'avanzo di amministrazione. Si è scelto di evitare la strada dei mutui, in modo da non indebitare un ente che in passato si è trovato in forti difficoltà finanziarie».i progettiNell'elenco dei progetti pronti a partire e già finanziati ci sono due nuovi parcheggi dal costo complessivo di 65mila euro. Saranno realizzati nuovi 25 posti auto all'intersezione tra via Garibaldi e via Roma, prevedendo anche spazi verdi, mentre altri 10 stalli nasceranno tra via Trieste e via Trento. Ammonta a 100mila euro la spesa per la sistemazione di un nuovo lotto di strade e marciapiedi, 230mila euro, di cui 180mila finanziati dallo Stato, invece la nuova mediateca in castello, arredata con mobili precedentemente acquistati dall'ente comunale.«Si tratta di un'operazione di alto livello culturale», sostiene il sindaco che poi ricorda che altri 100mila sono stati messi a disposizione dall'Unione Comuni per il proseguimento della messa in sicurezza della ciclabile Belgioioso-Filighera, per la realizzazione di passaggi pedonali illuminati e altri interventi. Costerà invece circa 60mila euro la messa in sicurezza della scuola media e 228mila euro, 172mila dei quali arrivati dallo Stato, la sistemazione dell'elementare. Con i fondi del Pnrr invece si intende rifare radicalmente la piazzola ecologica, con nuove coperture, pavimentazione, nuovo sistema di telecamere, un ufficio per il custode. --Stefania Prato