Emergenza cassonetti pieni La raccolta rifiuti è in crisi

MontecalvoCassonetti pieni in alta Val Versa, rifiuti non ritirati e rimasti in strada a Stradella e Broni. «Non siamo ancora in emergenza, ma poco ci manca» afferma il sindaco di Montecalvo, Marco Torti. Come era prevedibile, l'assenza di una parte del personale della Broni-Stradella Pubblica che si occupa della raccolta rifiuti, 1 operatore su 3 a casa nei periodi di massima criticità (tra contagi Covid e ferie estive), sta creando non pochi problemi . La mappaLa situazione più difficile è quella dell'Alta Val Versa: a Montecalvo Versiggia, ad esempio, nella piazzetta della frazione Cerchiara, i cassonetti stradali per la raccolta dei rifiuti sono stracolmi e molti sacchi vengono lasciati a fianco dei bidoni: come denunciano i residenti, non vengono svuotati dallo scorso 28 giugno, praticamente due settimane. «La situazione sta diventando insostenibile, soprattutto a causa del caldo - commenta qualche abitante della località - Non possiamo mica tenerci il sacco dell'umido in casa». Le segnalazioni arrivano al sindaco Marco Torti: «Sul nostro territorio sono previsti due passaggi settimanali - spiega - Martedì scorso sono passati ma non hanno svuotato completamente i bidoni. Speriamo che ripassino presto». Occhi puntati sul livello di riempimento dei cassonetti, pronti ad avvisare prima che si riempiano completamente, anche nella vicina Rocca de' Giorgi: «Nei giorni scorsi i bidoni stradali verso la pianura erano stracolmi, poi sono passato di recente e ho visto che sono stati svuotati - afferma il sindaco Paolo Fiocchi -. Per il momento la situazione è sotto controllo ma continuiamo a tenerla monitorata». Diversi i problemi a Stradella e Broni, dove è in vigore la raccolta porta a porta notturna dei rifiuti che, quando non vengono raccolti, restano in strada: nella notte tra martedì e mercoledì, a Stradella non è stata ritirata la plastica in alcune zone della città, come il quartiere San Zeno, ma gli operatori hanno recuperato ieri mattina. A Broni, invece, sono stati segnalati disservizi in via Marconi, via Parini, via Arnaboldi e in frazione Casottelli. Ieri mattina, in frazione Cardazzo di Bosnasco i cassonetti della carta e della plastica erano pronti per essere svuotati; è migliorata invece la situazione a Zenevredo, dove nei giorni scorsi erano stati segnalati alla Broni-Stradella Pubblica alcuni cassonetti stracolmi; così come a Montalto Pavese, dove i residenti hanno paura del proliferare dei topi accanto ai sacchi abbandonati fuori dai bidoni. A peggiorare la situazione, infine, contribuisce l'inciviltà delle persone: a Stradella, ad esempio, sono stati abbandonati accanto alle campane del vetro dell'ex ospedale e dell'area ecologica di piazza Meriggi rifiuti di ogni tipo, tra cui un materasso e dei mobili. «Faremo in modo che la cittadinanza abbia il minore disagio possibile» spiegano dal Comune. Ma sull'affidamento all'esterno del porta a porta notturno le posizioni sono discordanti: c'è chi, come l'azienda, lo vede come la soluzione per rendere il servizio più efficiente e chi, come la minoranza de La Strada Nuova, intravede, il rischio di un taglio ulteriore dei costi con ricadute negative sulla raccolta. --Oliviero Maggi