Provincia, anche Fi vuole il vice e adesso Palli prende tempo

Per il ruolo di vice presidente della Provincia secondo la legge il presidente Giovanni Palli dovrà pescare solo tra i consiglieri eletti, non esistono infatti deleghe esterne come invece accade nei Comuni. Le elezioni provinciali infatti dal 2016 sono di secondo livello. Con la riforma degli enti locali infatti non sono più i cittadini a votare direttamente presidente e consiglio provinciale. Una scelta che spetta solo ai sindaci e ai consiglieri comunali di tutta la provincia: poco più di 2.100 persone. Voti che non valgono uguale. Sono infatti "pesati" rispetto al numero di abitanti che esprime il sindaco o il consigliere. Per semplificare: il voto di un consigliere comunale di Pavia, Vigevano e Voghera vale più punti nel conteggio di quello di un consigliere di Nicorvo, Calvignano o Spessa Po. Le elezioni si tengono ogni quattro anni, con un elezione di metà mandato per il rinnovo dei consiglieri ma non del presidente. Nelle elezioni 2021 ha vinto di un soffio Giovanni Palli della Lega su Angelo Bargigia, anche lui della Lega ma contro i vertici del partito per la scelta di candidare Palli.