Attraversamenti salva pedoni nel piano sicurezza

BELGIOIOSOPassaggi pedonali illuminati, potenziamento del sistema di videosorveglianza, nuovo guard rail lungo la ciclabile tra Belgioioso a Filighera. Sono in dirittura d'arrivo gli interventi previsti nel piano sicurezza messo a punto dall'Unione Comuni Terre Viscontee, costituita appunto dai due Comuni, realizzato in più fasi, grazie alle risorse incassate da un bando regionale. Lavori dal costo complessivo di oltre 100mila euro. Se a Filighera sono state previste due nuove telecamere, a Belgioioso si è deciso di installare, in piazza Vittorio Veneto, un pannello elettronico per l'allerta maltempo o per avvertire di altre calamità naturali. «In questo modo si riuscirà ad avvisare subito i cittadini - spiega il sindaco Fabio Zucca -. Sarà inoltre posizionata una nuova telecamera nel parco di via Leopardi, dove vengono talvolta commessi atti vandalici e dove vengono abbandonati rifiuti. L'apparecchiatura sarà fondamentale per identificare vandali e maleducati».Il progetto sicurezza prevede nuovi passaggi illuminati in via Garibaldi, nella zona del castello e di piazza Vittorio Veneto, ma anche in via XX Settembre e viale Dante. Sono impianti estremamente innovativi, dotati di pannelli solari, che entrano in funzione a chiamata. È prevista l'accensione delle luci anche solo al passaggio del pedone, in quanto scatta automaticamente la fotocellula. Si tratta, spiegano dall'amministrazione, di una tecnologia innovativa che ha lo scopo di ridurre il consumo energetico.«Si è pensato di mettere in sicurezza le zone di forte passaggio, installando apparecchiature di ultima generazione, ma anche impianti più tradizionali, come quello in viale Dante - dice Zucca -. Un intervento fondamentale per rendere sicuro il transito in alcuni punti particolarmente critici dove la visibilità di chi guida auto e camion potrebbe essere compromessa dalle condizioni ambientali, ad esempio il buio o la nebbia». Nel progetto anche la riqualificazione e messa in sicurezza della pista ciclabile che collega i due centri, con l'installazione delle barriere di protezione. --Stefania Prato