Rischio peste suina cinghiali abbattuti scattano le analisi

Dall'inizio dell'anno il territorio collinare e montano dell'Oltrepo e in particolare l'area della valle Staffora al confine con la Val Curone viene controllata a 360 gradi per evitare che la peste suina che ha colpito l'area piemontese possa estendersi in questa fetta di Lombardia. Sono già stati effettuati numerosi sopralluoghi che hanno permesso di recuperare carcasse di cinghiali: nessuna di quelle rinvenute nel territorio oltrepadano è risultata infetta. I Comuni che sono considerati maggiormente a rischio sono quelli di Godiasco Salice Terme, Rocca Susella, Cecima, Ponte Nizza, Val di Nizza, Bagnaria, Varzi, Menconico, Santa Margherita di Staffora e Brallo di Pregola e in parte Rivanazzano Terme, Montesegale, Fortunago, Colli Verdi, Zavattarello e Romagnese. E' in questi territori che anche nelle prossime settimane verranno effettuate battute di caccia mirate al contenimento dei cinghiali.