Senza Titolo

EmergenzaSiccità, per i politicil'agricoltura vale pocoCi sono tutte le condizioni perché venga dichiarata l'emergenza idrica nelle nostre campagne dove i raccolti sono compromessi per mancanza di acqua: mais , riso e altre coltivazioni stanno subendo danni irreparabili. Occorre che il Governo proclami con urgenza l'emergenza idrica e stabilisca i ristori per gli agricoltori già colpiti dai rincari del gasolio, dei fertilizzanti, dei diserbanti e delle macchine agricole. La filiera agricola è gravemente compromessa e per i contadini sarà dura onorare gli impegni,normalmente pagati alla vendita dei raccolti. Dove sono i nostri politici ? Le risorse prima che alle armi devono essere destinate al mondo rurale italiano. Venerdì al castello di Gambolò si terrà una importante riunione di addetti ai Consorzi di irrigazione per annunciare agli agricoltori drastici tagli delle risorse idriche residue. Tutti i cittadini dovrebbero essere in allarme perché la catena alimentare e le reti fognarie sono a rischio. Dove sono i desalinificatori che in Israele e in alcuni Paesi arabi forniscono acqua? La transizione tecnologica perché non tocca questi problemi ?Daniele Scevolaimprenditore agricoloGerolaPonte chiuso, paese pieno di camionQualche giorno fa è arrivata la notizia(peraltro attesa e prevista) che il ponte di Gerola chiuderà dal 20 per tre mesi per ultimazione lavori di rifacimento della pavimentazione. Bene direi, sperando sia un lavoro definitivo e duraturo. Come era giusto il presidente della Provincia ha allertato i sindaci coinvolti(Sannazzaro, Mezzana, Casei e Cornale). Peccato si sia dimenticato di avvisare la Provincia di Alessandria per il coinvolgimento del Comune di Molino dei Torti, insieme a Mezzana Bigli terminale delle due sponde del Po. Come già sperimentato in occasione dei lavori eseguiti in autunno, nel paese di Molino dei Torti si riverserà un traffico incredibile, probabilmente più che a Mezzana; mentre Sannazzaro e Casei non si accorgeranno neppure della chiusura del ponte. Tutto questo dimostra una cosa, che i rapporti di buon vicinato non esistono più. Che le Provincie sono caste chiuse e chi le aveva soppresse se n'era accorto, peccato che ci sono ancora e fanno il bello e cattivo tempo. Detto questo e nell'impossibilità di chiudere la strada che attraversa Molino(mi piacerebbe poterlo fare anche per un giorno solo) mi auguro che i tempi di esecuzione (3 mesi) vengano rispettati. Fausto MeardiPaviaRifiuti sulle riveun brutto esempioL'Asm vuole migliorare la raccolta differenziata di rifiuti e per questo vuole punire i cittadini che non la effettuano correttamente. Il Comune però dovrebbe dare il buon esempio. Invece già due volte ho visto che in viale Canton Ticino l'erba tagliata nell'aiuola che divide la pista ciclabile dalla carreggiata e quella tagliata ai bordi della ciclabile finiscono sulla ciclabile stessa. Ovviamente sulla ciclabile finiscono anche rifiuti, perché vi sono persone incivili che buttano i rifiuti in mezzo all'erba. L'erba finita sulla ciclabile non viene però raccolta, come sarebbe logico pensare, differenziando i rifiuti che ci sono. Erba e rifiuti vengono soffiati al di là della recinzione in pietra, sul ciglio del Naviglio.Ovviamente non è un bel vedere: l'erba si secca o marcisce, i rifiuti rimangono in bella vista. Il Naviglio dovrebbe essere valorizzato e non ridotto a una discarica.Erba e rifiuti possono finire prima o poi nel Naviglio. Non tutti i rifiuti sono biodegradabili; se finiscono in Naviglio, contribuiscono ad aumentare l'inquinamento dei corsi d'acqua (Naviglio, Ticino, Po) e alla lunga del mare.Se venisse seguito l'esempio del Comune di Pavia, le sponde del Naviglio o del Ticino diventerebbero piene di rifiuti erbosi, magari accompagnati da altri rifiuti, con i risultati che si possono immaginare. Il prossimo autunno, quando la raccolta dei rifiuti erbosi verrà fatta porta a porta, con costo annuo per l'utente di 100EUR, qualcuno potrebbe pensare che sarebbe più conveniente seguire l'esempio del Comune e portare i rifiuti erbosi sulle sponde del Naviglio o del Ticino, invece di smaltirli correttamente.Vittoria Cinquini. PaviaMaturitàUn libro al giorno...toglie la nota di tornoI miei più sinceri auguri per la maturità agli studenti dell'istituto Volta, sia geometri che liceo artistico (dove ho svolto una parte del mio percorso lavorativo di quest'anno) che dovranno scegliere il giusto indirizzo per il loro futuro lavorativo .Auspico a tutti buono studio. E ricordiamo che "un libro al giorno toglie la nota del docente di torno".Paola Cellario