Fino a Milano sull'Alzaia: la più usata delle piste

PaviaIl Naviglio pavese è tra i tratti più frequentati dai ciclisti. Coi suoi trenta chilometri circa e il poco dislivello, collega Milano a Pavia lungo l'Alzaia e offre pedalate tra scorci suggestivi e accessibili anche da chi non è un atleta. Come la Certosa di Pavia, l'abbazia che attrae migliaia di visitatori ogni anno. A certificare il risultato i dati Bicitalia, uno dei principali portali dedicati al mondo delle escursioni a pedali che offre consigli di viaggio e mappa i grandi itinerari che attraversano lo Stivale. Il sito ha diffuso i dati in occasione della giornata mondiale delle Nazioni Unite dedicata bicicletta. Ma non è l'unico tratto "premiato" da chi fa della bici uno stile di vita: nella categoria ciclovie di qualità (in seconda posizione) c'è la ciclabile del Ticino, che si snoda dal Lago Maggiore a Pavia. È un percorso ideale anche solo per una gita di un giorno o per un weekend sulle due ruote partendo da Milano. L'itinerario è diviso in 5 tappe principali: da Sesto Calende alle dighe del Panperduto, da Nosate ad Abbiategrasso lungo il Naviglio Grande, da Castelletto di Abbiategrasso lungo l'alzaia del Naviglio di Bereguardo con deviazione all'Abbazia di Morimondo, e da Bereguardo a Pavia. Si tratta di un percorso molto conosciuto e apprezzato, spesso percorso ad anello tra le due sponde del fiume: «Anche se in alcuni tratti la manutenzione è carente - aggiunge Paolo Colucci di Fiab Pavia - con ponticelli che mancano e tratti vittima dell'erosione. Tuttavia, giornate come questa ci ricordano che la bicicletta è una tendenza sempre più affermata e condivisa: uno dei futuri della mobilità sostenibile». --