La frattura per il "no" a Palli alle provinciali

Il gelo tra Ciocca e Lega è calato lo scorso dicembre. In vista del voto per il presidente della Provincia, il centrodestra (Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia) aveva candidato, Giovanni Palli. Ma l'eurodeputato aveva contestato la scelta "non condivisa dalla base" e benedetto la candidatura di Angelo Bargigia. Dopo la vittoria di Palli, il direttivo lombardo della Lega aveva chiesto 10 mesi di sospensione per Ciocca, Mura (con decadenza dal ruolo di capogruppo), Cristiano Migliavacca (sindaco di Lardirago), Andrea Scagni (consigliere di Arena Po), Enrico Tessera (sindaco di San Genesio) e l'espulsione per Luigi Santagostini (sindaco di Battuda).