Più controlli dei vigili la giunta lavora a intesa con "i paesi dei Cairoli"

GROPELLO La giunta di Gropello lavora a un progetto di collaborazione con altri comuni per il potenziamento del controllo del territorio. Se n'è parlato durante il consiglio comunale convocato per l'approvazione del rendiconto finanziario 2021.«Stiamo lavorando - ha detto Elisa Bergamaschi - per realizzare la convenzione di polizia locale con i comuni di Cava Manara, che sarà il capofila, Zerbolò, Villanova d'Ardenghi, Zinasco, Sommo, Mezzana Rabattone. L'obiettivo è quello di potenziare i controlli sul territorio. In servizio per ora a Gropello ci sono l'agente Massimiliano Fiorentino, che ha terminato da poco il corso di abilitazione, e il collega di Zerbolò Stefano Sacchi, che opera par time per 15 ore settimanali.«L'accordo - ha detto l'assessore al Territorio, Vincenzo Vinci - serve per intervenire anche contro il fenomeno dell'abbandono di rifiuti». Luigi Orlandi, 54 anni, già componente della polizia municipale di Gropello e da un anno dipendente dell'amministrazione provinciale, è il consigliere con delega alla Sicurezza e porterà la sua esperienza nel campo. «Attendiamo - prosegue Elisa Bergamaschi - quello che emergerà nei prossimi giorni dal dialogo con gli atri comuni. Stiamo anche valutando la possibilità di rinsaldare i rapporti con i cosiddetti "comuni del territorio dei Cairoli": Zerbolò, Villanova d'Ardenghi, Carbonara». Anche l'amministrazione comunale di Zinasco dovrebbe essere della partita.«Nel futuro - conclude Bergamaschi - il nostro impegno è rivolto alla collaborazione attiva con le amministrazioni vicine. Tutto ciò si fa guardando all'interesse della cittadinanza».Il bilancio 2021 è stato chiuso con un avanzo di amministrazione di circa un milione 400mila euro. Il documento è stato approvato con i voti della maggioranza e l'astensione delle minoranze de "L'Aquilone" e di "Progetto Futuro", presente con il solo consigliere Alessio Rudolph. --M.D.