Parte "La zampina di Milly" Amici a quattro zampe per i bambini del Mondino

Maria Grazia Piccaluga / paviaPotere di una carezza. Di quelle che Shiva, Charlie, Camillarius e Romeo sono sempre ben disposti a ricevere, dispensando in cambio affetto e amore. I quattro cagnoloni, tra gli 8 e i 13 anni, hanno una missione: sono stati ingaggiati dalla Fondazione Mondino di Pavia per un progetto di pet therapy (Educazione Assistita con gli Animali). L'esperienza durerà tre anni, finanziata dai quattro Rotary Club del Gruppo Castelli Pavesi. E coinvolgerà, grazie all'équipe della cooperativa sociale Tempo per l'Infanzia, dapprima gli adolescenti, poi i bambini ricoverati nel reparto di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza diretto da Renato Borgatti. Diciotto incontri, uno a settimana (il mercoledì dalle 15 alle 16), fino all'autunno. Meteo permettendo si svolgeranno all'esterno, nella Casetta di Nonna Lia. Un'area verde destinata ad ampliarsi: i Rotary stanno curando anche la realizzazione di un piccolo giardino sensoriale.Dedicato a MillyIl progetto è alla terza edizione e si intitola La Zampina di Milly, per ricordare la cagnolina di otto anni, pioniera di questa avventura, venuta purtroppo a mancare l'anno scorso durante il lockdown.«Milly aveva completato il percorso triennale - ricorda con emozione la sua coadiutrice, la pedagogista Antonella Mastrogiacomo - Amava tantissimo venire al Mondino con i giovani pazienti. Ci piace immaginare che ci abbia messo la sua zampina per consentirci di tornare».Con Antonella quest'anno c'è Shiva. Al lavoro con tre colleghi quattrozampe: Charlie, di 8 anni, con il coadiutore Giulio Catucci, Camillarius e Romeo (8 e 10 anni) con Emanuela Pagliara. Lavorano in équipe multidisciplinare coordinati da Elena Sposito di Tempo per l'infanzia, responsabile del progetto. «Durante le sedute bambini e ragazzi scelti dalle educatrici vengono coinvolti in attività con gli animali mediate dai tre coadiutori - spiega Marzia Possenti, medico veterinario - Sono professionisti formati appositamente per lavorare con i propri animali. E contribuiranno a sviluppare abilità, sociali e relazionali, nei giovani pazienti. Possono riguardare gli aspetti cognitivi ma anche quelli motori, agevolando così la concentrazione e il coordinamento dei movimenti».UN aiuto per i cani abbandonatiPartner speciale ancora una volta, come nelle due edizioni precedenti, è l'associazione La Rocca Degli Angeli di Rocca de' Giorgi che si occupa di animali abbandonati, impegnadosi a trovare loro una casa e una famiglia.«Speriamo di poter aiutare ancora qualche cagnolino, sponsorizzando le adozioni, come è avvenuto qualche anno fa - dicono i coadiutori - non solo per un senso allargato di gratitudine verso gli animali ma anche perché il riuscire ad occuparsi di un essere vivente in difficoltà avrebbe un riscontro importante in termini di autostima per i pazienti». Del resto anche la scienza conferma come la pet therapy abbia un effetto benefico sugli umani: è un efficace antistress, contribuisce ad abbassare pressione sanguigna, glicemia, battito cardiaco. E veicola amore. --© RIPRODUZIONE RISERVATA