Case popolari, bando per 31 alloggi ma in attesa ci sono 400 famiglie

Fabrizio Merli / paviaTrentuno case popolari da assegnare a chi ne abbia più bisogno. Il bando per assegnarle si apre oggi e scadrà il 20 maggio. L'avviso pubblico riguarda Pavia e gli altri Comuni del consorzio sociale pavese, vale a dire Carbonara al Ticino, Cava Manara, Mezzana Rabattone, San Genesio edUniti, San Martino Siccomario, Sommo, Torre d'Isola, Travacò,Villanova D'Ardenghi, Zerbolò e Zinasco. All'ultimo avviso di questo tipo, nell'estate 2021, le domande furono 468 per 30 alloggi.alloggi di comune e alerDei trentuno alloggi che fanno parte dell'avviso pubblico, 20 sono di proprietà del Comune di Pavia e undici di Aler, l'Azienda lombarda per l'edilizia residenziale.«Le domande - spiega un comunicato stampa del Comune - varranno per un'unità abitativa adeguata al nucleo familiare localizzata nel Comune di residenza del cittadino o anche nel Comune in cui il richiedente presta attività lavorativa. Nel caso in cui non siano presenti in questi Comuni, la domanda si potrà presentare per un'unità abitativa adeguata, localizzata in un altro Comune appartenente allo stesso piano di zona del Comune di residenza o del Comune di svolgimento dell'attività lavorativa del richiedente. I nuclei familiari in condizioni di indigenza ossia quelli che presentano una condizione economica pari o inferiore a 3mila euro Isee, invece, possono presentare domanda solo nel Comune di residenza».«La domanda può essere presentata esclusivamente in modalità digitale utilizzando la piattaforma informatica regionale raggiungibile al seguente link: www.serviziabitativi.servizirl.it. La domanda si potrà presentare autonomamente oppure attraverso l'aiuto degli sportelli famiglia presso i laboratori sociali, ai quali vi si potrà accedere solo su appuntamento».a chi rivolgersiNel caso si abbia bisogno di aiuto per presentare la domanda sarà possibile rivolgersi allo sportello Pelizza (via Fratelli Cervi 9), Scala - Pavia Ovest (sempre via Fratelli Cervi 9), Torretta (via Torretta 14), Spazio Q (piazzale Torino 40), Social Bistrot (viale Sardegna 64), a San Martino Siccomario, agli uffici comunali o a Travacò in via Marconi 37. Inoltre per assistenza nella compilazione e nella trasmissione della domanda sono disponibili i centri autorizzati di assistenza della Cgil Pavia, in piazzale De Gasperi 9 e del Sicet, sempre a Pavia, in via Rolla 3. Anche in questi casi, prima di accedere agli uffici sarà necessario concordare un appuntamento. Sul sito del Comune (www.comune.pv.it) sono elencati i requisiti per fare domanda. --© RIPRODUZIONE RISERVATA