Senza Titolo

ServiziPostamat, promesseda mantenereHo letto sulla Provincia che anche il Comune di Linarolo è rimasto senza sportello bancario.A Monticelli Pavese abbiamo vissuto la stessa esperienza nel 2016, quando il Banco Popolare di Novara decise di chiudere la filiale, lasciando solo uno sportello bancomat in un locale messo a disposizione dal Comune.Purtroppo nel mese di gennaio di quest'anno, durante un tentativo di furto il bancomat e' andato completamente distrutto a causa di due forti esplosioni.Ora i cittadini di Monticelli sono in notevoli difficoltà, dovendosi recare nei paesi vicini ( Badia Pavese, Pieve Porto Morone e Chignolo Po); a Monticelli esiste un ufficio postale, aperto 3 giorni alla settimana ma privo di sportello postamat.A inizio febbraio ho scritto a Roma alle Poste, chiedendo l'installazione di uno sportello postamat, come già fatto in tanti altri comuni.Ebbene, purtroppo pochi giorni dopo ho ricevuto una risposta abbastanza deludente, che mi ha lasciato un po' perplesso e non mi fa ben sperare per il prossimo futuro.Pertanto, rivolgo un appello all'amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, che durante i due incontri a Roma di qualche anno fa aveva garantito la sua vicinanza a tutti i piccoli comuni e il posizionamento di uno sportello postamat, qualora ne avessero fatto richiesta.Mi auguro e voglio sperare che questa promessa valga anche per il Comune di Monticelli Pavese!Enrico Bernerisindaco di Monticelli PaveseScuolaLa conferenzadel sindacoGenitore di un alunno frequentante il liceo Taramelli-Foscolo, scopro da circolare di qualche giorno fa che alcuni studenti (mio figlio compreso) si sarebbero recati giovedì 7 aprile in sala consiliare per un incontro col sindaco di Pavia, che avrebbe spiegato (cito testualmente) le funzioni e i compiti del Comune. Bella iniziativa - ho pensato- avvicinare i futuri elettori per spiegare come funziona la macchina comunale !Così non è stato... Per un'ora e più il sindaco ha illustrato quello che la giunta da lui capitanata ha fatto e quello che farà: dall'area dell'idroscalo a quella dell'arsenale, per fare alcuni esempi citati.Dunque questo incontro (dalle 10 a mezzogiorno) cosa è stato? Arricchimento culturale nell'ambito dell'educazione civica, come riportato nella circolare dell'istituto, od occasione di propaganda elettorale?Lettera firmataS. MartinoMostra sulla pacein BibliotecaIl 5 aprile presso la Biblioteca "Anna Frank" di San Martino Siccomario è stata inaugurata la mostra "Artisti per la pace" che ha visto la collaborazione delle associazioni Ains, Anpi e Il mondo gira .Questo momento storico così controverso e difficile ci è parso il momento migliore per dare voce a " testimoni di pace".Hanno aderito alla mostra 19 autori. Tutti insieme, vecchi e giovani artisti pavesi, hanno voluto lanciare un messaggio: raggiungere la pace è un percorso molto difficile e lo dimostrano le guerre che ancora minano il nostro intero mondo, ma è essenziale lavorare tutti insieme per raggiungerla.Importante è stata la partecipazione di allievi sia dell'istituto Cossa e del liceo artistico Volta di Pavia.E' molto bello che tra i "Testimoni di pace", emergano i giovani, i futuri adulti consapevoli della assoluta importanza del vivere collaborando attivamente, per migliorare la società umana.Molto gradita dal numeroso pubblico presente è stata la "performance" di alcuni allievi del Volta, seguiti dalla loro prof, Ada Eva Verbena.La mostra sarà visitabile fino al 28 aprile, negli orari di apertura della Biblioteca.Rosina Tallarico