Vinitaly, l'Oltrepo vede aumentare le cantine presenti

TORRAZZA COSTE Uno spazio espositivo di 3.000 metri quadrati dedicato alla promozione dei tredici Consorzi del vino lombardi con iniziative e degustazioni. È il Padiglione Lombardia, presente all'edizione 2022 del Vinitaly, grazie all'impegno di Regione, Unioncamere Lombardia e Ascovilo. «In un contesto di incertezza globale e di difficoltà per le aziende agricole, per i rincari energetici e il conflitto in Ucraina, il mondo del vino lombardo sceglie di puntare su qualità e promozione» ha detto l'assessore regionale all'Agricoltura, Fabio Rolfi, ieri alla presentazione a Milano. «C'è voglia di riprendere le degustazioni in presenza per tornare alla normalità» ha commentato il direttore del Consorzio Oltrepo, Carlo Veronese. Cresce la delegazione oltrepadana alla rassegna di Verona, capitanata da Consorzio, Camera di commercio Pavia e Maxi Data: sono 45 le aziende presenti, 37 nel Padiglione Lombardia e 8 in altri stand. Padiglione Lombardia: Fratelli Agnes, Ballabio, Bertè&Cordini, Bosco Longhino, Ca' del Ge', Ca' del Santo, Ca' Montebello, Calatroni, Cantine Cavallotti, Castello di Luzzano, Conte Vistarino, Cordero San Giorgio, Fiamberti, Finigeto, Gazzotti, Giorgi, Gravanago, Isimbarda, La Travaglina, La Via, Le Fracce, Losito e Guarini, Maggi Francesco, Manuelina, Paravella, Picchi, Picchioni, Quaquarini, Rebollini, Rossetti&Scrivani, Scuropasso, Tenuta Mazzolino, Terre-La Versa, Travaglino, Torti "L'Eleganza del Vino", Vanzini, Verdi Bruno. Altri stand: Alessio Brandolini (Pad. 8), Castello di Cigognola (Pad. 8), Bisi (Pad. 10), Bolis (Pad. 7), La Piotta (Pad. 8), Monsupello (Pad. 7), Tommasi (Pad. 5), Vigne Olcru (Pad. 10). --O.M.