L'Accademia piace ma incassa due gol in 5' di totale amnesia

sant'alessio con vialoneBella e sfortunata l'Accademia vista ieri a Sant'Alessio, che paga pesantemente cinque minuti di sbandamento sul finire del primo tempo nei quali incassa due gol in sequenza e non riesce più a rimettere in equilibrio il match nonostante una ripresa di indubbia qualità.Si interrompe così il filotto positivo fatto di tre pareggi consecutivi, anche se resta la consolazione (magra) dell'ennesima prestazione convincente e dei contemporanei risultati negativi di tutte le dirette concorrenti nella lotta alla salvezza. Le note più positive sono state il ritorno in campo di Casiroli dopo un lunghissimo infortunio e i minuti disputati anche dal bomber Dioh. La prima occasione è pavese. Al 10' corner di Provasio, Tomassone di testa inzucca benissimo e Di Lernia ci arriva con la punta delle dita. Al 15' risponde la Castanese: Nureddini atterra Orlandi al limite dell'area, sul pallone va lo stesso Orlandi e la conclusione sfila alla destra di Alio veramente di poco. Un minuto dopo Vassallo si fa mezzo campo in percussione, conclude con palla deviata in corner. Al 25' buona occasione per gli ospiti, con Milani che lancia benissimo Orlandi, sul suo tiro è pronto Alio. Al 27' Castanese vicina al gol: è ancora Orlandi a imperversare mettendo il pallone al centro area.La partita è aperta e piacevole, entrambe le squadre giocano un buon calcio e creano valide occasioni da rete. Al 35' Russo (già in condizioni non ottimali) è costretto a uscire per infortunio, al suo posto entra Ragucci. Al 42' la Castanese passa in vantaggio: Sorrentino spedisce in rete approfittando di un'uscita incerta di Alio, che allontana il pallone in maniera imperfetta. Al 44' Tomassone viene atterrato in area, intervento sospetto e grandi proteste ma l'arbitro fa proseguire. Al 45' il raddoppio della Castanese con Colombo che impatta di testa in piena area di rigore, senza che nessuno provi a ostacolarlo; tutto troppo facile per l'attaccante neroverde, che non ha neppure bisogno di staccare. L'Accademia si ripresenta in campo con Casiroli, al rientro dopo mesi di infortunio, al posto di Nuredini. Tomassone arretra quindi il suo raggio di azione. E Casiroli si fa vedere subito, con una sponda ottima in area per Castillo che di testa insacca dopo tre minuti. Reazione quasi rabbiosa della Castanese. Al 12' gran serpentina di Gibellini, che si mangia mezza difesa ma poi eccede nel protagonismo e si fa intercettare da Alio. Due minuti dopo Foglio al tiro, Alio in qualche modo ci mette una pezza. Ma l'Accademia risponde bene e va vicino al pareggio al 24' con il cross ottimo di Mori su cui sia Maggi che Castillo arrivano con un soffio di ritardo. Gaudio cambia e mette Casiroli a centro area portando sulla sinistra uno stanchissimo Vassallo, che qualche minuto dopo uscirà per far posto a Quaranta. Al 48' clamorosa occasione per Tomassone, che fugge sull'out di sinistro e mette al centro un cross potente per il neoentrato Dioh, che non è sufficientemente lesto a impattare. Pochi secondi prima del triplice fischio ci prova ancora Castillo, che si eleva in area di testa ma la conclusione è debole. --Daniela Scherrer