Istituto Dante al via Nove scuole pronte in sei Comuni diversi

VOGHERADistanziamento, mascherine, disinfezione delle mani. Ci si prepara al ritorno in classe con le stesse misure che erano in vigore quando la scuola era terminata lo scorso giugno. Con in più l'incognita del green pass. Ma a pesare davvero è la prospettiva delle classi di nuovo in quarantena, qualora dovessero esserci casi di positivi. il dirigente«Speriamo bene, lo scorso anno avevamo avuto diversi casi che avevano imposto lo stop in aula» spiega Marco Barbisotti, dirigente dell'istituto comprensivo di via Dante, 1500 ragazzi in tutto. I primi a rientrare in classe saranno i più piccoli della scuola d'infanzia, da lunedì 6 settembre: sono ben 9 le scuole interessate, comprese quelle di Corana, Pizzale, Cervesina, Silvano Pietra e Cornale. A seguire ci sarà la ripartenza per le elementari (6 gli istituti primari del plesso) e le medie (sono 3 le secondarie di primo grado) dal 12 settembre. Per l'infanzia, come lo scorso anno, i genitori non potranno accompagnare i bambini all'interno della scuola, mentre ai piccoli studenti sarà misurata la febbre. Su tutto vale una certezza: «Speriamo si possa continuare con le lezioni in presenza, perché è molto importante che i docenti possano interagire direttamente con i ragazzi e questi ultimi possano socializzare tra loro» aggiunge Barbisotti. Intanto la scuola si è organizzata per gestire un'altra ripartenza con le regole anti pandemia. «Rispetto all'anno scorso ricominciamo esattamente con le stesse regole, tra distanziamento, mascherine e disinfezione delle mani. In mensa manteniamo due turni distinti, per non creare assembramenti, sia all'infanzia che alle elementari». Semmai a destare qualche preoccupazione è il nodo del green pass. Proprio in queste ore sono attesi alcuni chiarimenti da parte delle istituzioni, che dovrebbero permettere di gestire la tessera verde senza problemi: «Più che altro sembra ci sia un problema di privacy per la data di scadenza del pass: se non possiamo verificarla, dovremo controllare ogni giorno tutti i permessi. Comunque ci siamo già organizzati e dal primo settembre siamo pronti a effettuate le verifiche del caso». --Alessio Alfretti