Senza Titolo

LOMELLO Oggi una decina di sindaci lomellini chiederà alla Provincia «garanzie per la circolazione» nei paesi toccati dalla chiusura di undici strade per consentirne un'urgente manutenzione. Alle 16.30 il presidente della Provincia Vittorio Poma si collegherà in videoconferenza con una decina di sindaci per illustrare le prospettive operative studiate dagli uffici di Piazza Italia. Michele Ratti, sindaco di Nicorvo, è il portavoce delle comunità lomelline interessate dal provvedimento. «Era stata firmata un'ordinanza di cui non sapevamo nulla e che per fortuna è stata congelata in attesa del chiarimento con il presidente Poma», spiega. Numerose buche si erano aperte sugli asfalti delle provinciali 157 (da Nicorvo a Castelnovetto), 103 (da Cozzo alla frazione Celpenchio), 133 (da Valle Lomellina a Cozzo), 150 (da Lomello a Velezzo Lomellina), 78 (da Semiana a Sartirana), 177 (da Suardi a Frascarolo e Castellaro de' Giorgi), 68 (da Scaldasole a Ferrera Erbognone), 16 (un tratto di 3,95 km tra Pieve Albignola e Scaldasole), 30 (da Mezzana Rabattone alla frazione Cascinotto Mensa di Pieve Albignola), 3 (cinque km da Parasacco di Zerbolò a Borgo San Siro) e 156 (da San Martino di Gambarana a Mede). La soluzione prospettata dalla Provincia creerebbe diversi problemi soprattutto a Cozzo e alla sua frazione Celpenchio. «Chiederò a Poma - anticipa il sindaco Paola Patrucchi - di prevedere quanto meno il transito per i residenti nel nostro Comune: in questo modo le 70 persone che abitano a Celpenchio potrebbero venire a Cozzo per le commissioni quotidiane».Alcuni sindaci della Lomellina si sono ritrovati domenica pomeriggio a Lomello per discutere la situazione.«Grazie all'interessamento della vice presidente della Provincia Daniela Bio - aggiunge Michele Ratti, - siamo riusciti a far congelare l'ordinanza e a far organizzare dalla Provincia la videoconferenza nel pomeriggio di martedì 30 per condividere l'intera situazione. Noi sindaci ci siamo sempre proposti in modo collaborativo condividendo con l'amministrazione provinciale le preoccupazioni circa la sicurezza stradale: auspichiamo dunque un coinvolgimento fattivo nella definizione di situazioni che hanno a che fare con i cittadini e con le forze dell'ordine in un'ottica sempre più ampia di territorio». --Umberto De Agostino