L'avventura di Alessia per 5 giorni con l'enduro nel deserto dell'Oman

la sfidaRoberto LodigianiPer cinque giorni in sella a un enduro tra le dune del deserto dell'Oman, il fascino delle notti stellate e lo stress di prove massacranti. Alessia Mersi, 25enne di Corteolona, studentessa di Veterinaria, ha affrontato la sua prima gara in moto e per farlo si è cimentata con una sfida durissima, il "Chica Loca 2020", test di navigazione in luoghi estremi esclusivamente al femminile, organizzato da Enrica Perego, pluricampionessa di motorally. Dopo aver superato le selezioni, lei e altre 18 ragazze sono partite per il paese arabo, con scalo a Muscat.«La prima tappa è stata in un resort di lusso - racconta - poi però ci siamo dovute dimenticare delle comodità, di una doccia calda, del cellulare. C'era la tenda da montare ogni sera e da disfare il mattino successivo». Sveglia alle sei e mezza, con il sorgere del sole. Il secondo round significa confrontarsi con il saliscendi delle dune, la sabbia traditrice che fa slittare le ruote. Alessia deve fare i conti anche con la febbre. «Stavo male davvero, ma non avevo alcuna intenzione di gettare la spugna. Ho stretto i denti e sono andata avanti». Il terzo giorno nel deserto è quello della prova cap, fatta per premiare chi ha le migliori capacità di guida: si tratta di recuperare 19 bandierine posizionate in punti più o meno difficili sulle dune.L'ultima tappaIl giorno quattro vede il transito a un paesaggio sassoso e vagamente vulcanico, con due prove, di sessanta chilometri e più breve. Infine, uno step di 200 km, affrontati in buona parte sull'asfalto. «Arriviamo a una spiaggia sull'Oceano - spiega Alessia - e ci gettiamo letteralmente in acqua» (immagine che ricorda quella del film "Il volo della fenice" con James Stewart). L'ultima notte in tenda, a sera una piccola festa e le premiazioni. Alessia Mersi chiude al terzo posto della sua categoria: «A causa di una distrazione e della conseguente penalità mi sono bruciata la possibilità di vincere, ma se troverò degli sponsor l'anno prossimo ritenterò la sfida». Il "Chica 2020" va al team formato da Anna Sappino (campionessa italiana di enduro per 8 volte di fila) e Susanna Grasso, la classifica marathon a Elena Bucci.--