Il prof di storia racconta il viaggio in Kurdistan

OLEVANOAl Museo di arte e tradizione contadina di Olevano di Lomellina (piazza Libertà), oggi alle 15, è in programma l'incontro "Un pomeriggio in Kurdistan - storia, musica, cultura, sapori del popolo curdo". Per l'occasione interviene Gastone Breccia, professore di Storia bizantina al dipartimento di Musicologia dell'università di Pavia, il quale presenta il libro "Guerra all'Isis, diario dal fronte curdo" (Il Mulino). L'autore racconta la propria avventura autofinanziata nel 2015: 20 giorni nelle terre del Medio Oriente dove vige la guerriglia, tra i peshmerga, i Pkk e i paracadutisti italiani de La Folgore in quelle zone stanziati per addestramento, tutti sotto l'ombra dell'Isis. Segue l'intrattenimento di musica tradizionale curda a cura di Serhat Akbal. Si conclude con un aperitivo di specialità gastronomiche curde. PAVIADomani alle 21, nell'aula del 400 dell'università di Pavia viene proiettato "Natural born killers - Assassini nati" di Oliver Stone, su soggetto di Quentin Tarantino (Usa, 1994, min.120). Il film racconta di due giovani, un ragazzo e una ragazza, che seminano il panico e la morte. Sono serial killer senza scrupoli e senza una vera e propria ragione. Catturati e rinchiusi in prigione dopo il 54esimo omicidio, i protagonisti diventano però divi della televisione e, alla fine, riescono ad evadere. La violenza messa in scena nel lungometraggio si serve dell'iperrealismo, presentandosi come una polemica sul rapporto tra i media e la violenza che si alimentano vicendevolmente. L'appuntamento viene presentato dal professore di Cinema Lorenzo Donghi, che dà spazio a dibattiti e discussioni al termine del lungometraggio. Ingresso libero. SANNAZZARO"Le gemelline Accadueò" è il titolo dello spettacolo che viene portato in scena da "Latte nero", oggi alle 15.30, al Teatro sociale di Sannazzaro De' Burgondi (viale Italia 14). La storia appassiona sia grandi sia piccini: segue, nella narrazione recitata, l'avventura di due piccole gocce d'acqua che, nate nel mare, ben presto vengono evaporate dal sole. Trovandosi quindi nel cielo a formare delle nuvolette, il vento le spinge per chilometri fino alle montagne. Qui, il freddo le fa congelare e le trasforma in fiocchi di neve che ricadono sulla terra. E quando finalmente le gocce pensano di potersene stare tranquille a dormire con le loro sorelline, ecco che il sole le fa sciogliere di nuovo. Così finiscono nel fiume e poi, rotolando, si ritrovano ancora in mare. I biglietti hanno un costo di 10 euro per il posto numerato, 8 euro per il ridotto.