Big Ambrogio e Romina Boscolo, due pavesi a San Paolo del Brasile per "Falstaff"

Dopo il successo dello scorso dicembre al Metropolitan di New York – dove ha festeggiato il 200esimo Falstaff della sua carriera – il baritono Ambrogio Maestri torna da domani a incarnare il protagonista dell'ultimo capolavoro di Verdi in Brasile, al Teatro Municipal di San Paolo, con la direzione di John Neschling. In scena con lui un'altra cantante pavese, il soprano Romina Boscolo (nella foto) cui è stato affidato il bruolo di Quickly. «Arrivato a questo punto posso dire che Sir John è diventato per me come un compagno di vita - dice Maestri - uno specchio nel quale vedo riflessa la mia crescita umana e artistica, oltre alla mia maturazione di interprete. Un personaggio che in qualche modo rappresenta la mia coscienza. Qui in Brasile ho trovato un'accoglienza incredibile, sono trattato come una vera star. E' una nazione che ha una grande tradizione operistica che purtroppo negli ultimi 50 anni si era persa. A San Paolo è rinata grazie a titoli importanti (soprattutto del repertorio italiano)e artisti internazionali. Sono molto felice di lavorare con Romina e orgoglioso che un'altra artista pavese sia presente su questo importante palcoscenico».