Olio Cuncordu, un argento mondiale

MATERALo scorso anno l'azienda Masoni Becciu vinse il premio per l'olio "bio" migliore del mondo con un prodotto brand, quest'anno l'oleificio di Villacidro ha rischiato di ripetersi con il suo "Cuncordu": ha conquistato un ottimo secondo posto nel XXIV Premio Biol, il concorso internazionale per gli oli di oliva extravergini biologici che ha emesso i suoi verdetti a Casa Cava, nei Sassi di Matera, dopo due giornate di lavori a Bari. Masoni Becciu si è piazzata subito dopo il pugliese «Tenuta Arcamone» dell'azienda De Carlo di Bitritto (Bari) e davanti allo spagnolo "Alamazara del La Subbetica-Premium Hojblanca dell'Andalusia. In gara 350 oli di quindici paesi. La proclamazione è avvenuta nell'ambito dell'evento Incoming, in cui protagonisti sono stati i giurati internazionali del Premio Biol convenuti da tutto il mondo per assaggiare gli oli Evo in concorso ed assegnare i tanti premi previsti.Comprensibile la soddisfazione dei produttori, Nicola Solinas e Valentina Deidda, marito moglie: «I riconoscimenti che stiamo ricevendo per la costanza della qualità del nostro olio, gratificano tutto l'impegno del duro lavoro che viene svolto in campo, soprattutto in un annata dura ed ostica come questa - dice Solinas - Siamo la dimostrazione che in Sardegna si può fare impresa, e dalla campagna si possono avere sorrisi. Il primo pensiero va agli amici allevatori sardi a cui dedichiamo questo prestigioso premio, nella speranza che presto venga restituito anche a loro il sorriso per il duro lavoro nel quale sono impegnati». Masoni Becciu, con alle spalle una novantina di premi nazionali e internazionali, quest'anno si è distinta a Slow Food vincendo con due oli. Tra gli altri recenti premi, quelli nell'Aipo d'argento e nel concorso «L'oro d'Italia, mentre il 7 aprile sarà premiata al Sol d'Oro efisfero nord in occasione di Vinitaly. (a.palm.)