I "Racconti da bar" di Geppi Cucciari

ALGHERO Il Festival dell'Argentiera "Sulla terra leggeri" ha aperto sabato la sua settima edizione nel Campidano, e precisamente nel paese di Uta. Nello splendido scenario del sagrato del santuario di Santa Maria, giornalisti, registi, comici e scrittori si sono alternati sul palco della rassegna letteraria. Una serata molto apprezzata dal pubblico locale che ha visto nell'intervento di Giovanni Floris il momento più atteso. Il conduttore televisivo, incalzato dalle domande del giornalista Giacomo Mameli e dell'ex direttore di Rai Tre Fernando Masullo, oltre a presentare il suo romanzo d'esordio "Il confine di Bonetti" ha commentato il suo recente passaggio a La7. L'anteprima del festival dell'Argentiera è stata introdotta dal padrone di casa e ideatore della rassegna, Flavio Soriga. Lo scrittore ha moderato il primo appuntamento che lo ha visto alternarsi con Massimiliano Medda e Alessandro Pili dei Lapola e con il regista de "L'arbitro" Paolo Zucca. Dopo di loro è stata la volta del direttore di Radio Tre Marino Sinibaldi e del conduttore di Radio Uno Giorgio Zanchini su un tema difficile e attuale come quello dei media e della filosofia. Il primo appuntamento della kermesse è stato chiuso dalle parole di Claudio Morici e dalla musica di Giovanni Peresson che hanno dato vita a un reading ironico e irriverente: "Racconti da camera". Ieri sera il festival "Sulla terra leggeri" ha fatto tappa ad Alghero e precisamente al molo Sanità. Con un interessante dibattito, un incontro per raccontare la cucina dei sardi in compagnia del giornalista della Nuova Sardegna Pasquale Porcu, dello chef Luca Marongiu e dello scrittore cagliaritano Paolo Maccioni. La narrazione del festival è tornata sull'attualità. I giornalisti Mario Sechi e Paola Bacchiddu hanno analizzato i momenti più importanti dell'ultimo anno. A chiudere la serata è stato il concerto della musicista cagliaritana Irene Nonis. Oggi a partire dalle 21. Sulla terra leggeri ha in programma sempre ad Alghero un appuntamento dal titolo: "Racconti da bar". Un gruppo di amici e colleghi di scrittura, si alterneranno sul palco allestito in piazza Civica per leggere una serie di racconti, poesie improvvisate, invettive e riflessioni semiserie sul tema dell'estate. La serata vedrà la straordinaria partecipazione di Geppi Cucciari. Con lei si esibiranno lo scrittore e giornalista dell'Unione Sarda Celestino Tabasso, la giornalista Paola Bacchiddu, l'autore Matteo B.Bianchi, Elio Satta, Lalla Careddu, la scrittrice Paola Soriga, lo scrittore Claudio Morici e molti altri. Mercoledì 23, alle 22 il parco naturale regionale di Porto Conte, a Tramariglio, ospita l'appuntamento: "Perché sparai alla mia amante". In una serata che proseguirà con un concerto straordinario che vedrà sul palco Paolo Fresu con Devil Quartet e Daniele Di Bonaventura, a partire dalle 20 sul palco si alternano alcuni detenuti dell'ex carcere sassarese di San Sebastiano che ranterranno le loro memorie di vita dietro le sbarre. Sul palco il curatore di questa specialissima lettura/concerto: il leader e voce "Primochef del cosmo" Pasquale Posadinu. La serata di mercoledì è un evento esterno al festival dell'Argentiera ed è a pagamento.