Da Gavoi alla Sicilia per promuovere l'Europa dei Comuni

di Giovanni Maria Sedda wGAVOI L'associazione culturale Malik non si ferma. Prosegue infatti il suo percorso variegato in ambito europeo. Dopo aver accompagnato in Spagna i sindaci di Neoneli e Norbello per un progetto sulla cittadinanza europea ad aprile e dopo essere stata in Turchia per partecipare ad un progetto sulla disoccupazione giovanile nel mese di maggio, l'associazione Malik, presieduta da Valeria Sanna di Gavoi, dal 5 al 10 giugno vola in Sicilia per accompagnare i sindaci di Escolca, Eugenio Lai, Gavoi, Nanni Porcu, San Nicolò Gerrei, Massimo Placidu e Seulo, Giuseppe Carta a Nizza di Sicilia, un comune di 3.764 abitanti della provincia di Messina. L'iniziativa si inserisce all'interno del progetto di gemellaggio fra città, presentato nell'ambito del programma "Europa per i Cittadini" 2007 – 2013, Misura 1.1 relativo a "Incontri tra Cittadini". Al progetto parteciperanno, oltre ai primi cittadini sardi, anche rappresentanti dei Comuni provenienti da sette paesi Europei: Italia, Spagna, Francia, Bulgaria, Regno Unito, Lettonia e Malta. Il programma è stato valutato positivamente da tutti e approvato dall'Agenzia esecutiva europea per l'educazione, la cultura e l'audiovisivo – Eacea di Bruxelles. «In accordo con gli obiettivi del programma Europa per i Cittadini 2013 _ spiega la presidente di Malik, Valeria Sanna _ il progetto mira a rafforzare fra i cittadini dei comuni coinvolti, la consapevolezza della cittadinanza attiva, il consolidamento dei sentimenti di fratellanza e di una identità comune europea, per partecipare attivamente al processo di costruzione di un Europa più vicina ai cittadini. Il programma sarà ricco di attività, laboratori, seminari, scambi di buone pratiche, momenti interculturali, visite del territorio e altre attività che daranno la possibilità di comunicare, scambiare metodologie, di promuovere lo scambio di opinioni e anche di creare una vasta rete per garantire la più ampia partecipazione di cittadinanza». «L'evento _ precisa la presidente dell'associazione Malik, Valeria Sanna _ sarà l'occasione per intraprendere una collaborazione di lunga durata, indirizzata ad un solido sviluppo dell'amicizia fra i Comuni coinvolti nel progetto di Gemellaggio. L'attività più significativa sarà la firma ufficiale del patto di fratellanza, sottoscritto solennemente da tutti i sindaci italiani e stranieri coinvolti nel progetto, finalizzato a suggellare i legami di amicizia e cooperazione tra gli Enti locali coinvolti». ©RIPRODUZIONE RISERVATA