Oculistica di Alghero: una bolgia infernale

Sono stata operata di cataratta nel reparto oculistico dell'ospedale Marino di Alghero. Devo congratularmi con il primario dott. Pintore e con la dott.ssa Castagna per il buon esito dell'intervento e per la professionalità. Il personale infermieristico svolge ottimamente il proprio ruolo. Ma che disorganizzazione prima di arrivare in sala operatoria. Decine di persone che si accalcano nei corridoi creando un chiasso infernale in attesa di una visita che non si sa quando sarà effettuata. I pazienti che dovevano essere sottoposti all'intervento (dodici) convocati per le 7,45, abbandonati senza informazioni in quella bolgia. Ed infine, dopo sei ore dall'orario di convocazione, l'ingresso nella sala di preparazione per l'intervento. Figuriamoci la mia situazione di malata oncologica, con particolari esigenze, per fortuna aiutata amorevolmente da una infermiera (Martina) che ha provveduto a sostentarmi con biscottini e acqua. Ma, se si può, chi di competenza provveda a dotare il reparto di una organizzazione più efficiente, che abbia rispetto dei pazienti.

Giuliana Carboni