Ottana, bando al Consorzio industriale al via l'esodo volontario dei lavoratori

OTTANA.Dal 7 novembre prossimo scatterà l'esodo volontario e incentivato dei lavoratori del Consorzio industriale provinciale di Nuoro (ex Asi di Ottana). Il bando per l'individuazione del personale è stato approvato dalla giunta regionale, che ha messo a disposizione cinque milioni e 400mila euro, e fatto proprio dall'ente consortile che gestirà la procedura. Uno strumento condiviso anche dai sindacati che hanno firmato l'accordo con la prospettiva di creare nuova impresa. Le domande devono essere presentate entro il 7 novembre. L'esodo riguarda una quarantina di lavoratori che potranno essere collocati in prepensionamento, alleggerendo cosi i costi del personale e dei servizi forniti alle aziende del comparto industriale. Un percorso definito nel cosiddetto Patto per il territorio, firmato il 16 marzo 2010 a Cagliari, e messo a punto nell'accordo operativo del 30 settembre scorso sottoscritto a Ottana da Regione, Consorzio, Confindustria, Ottana Energia, Ottana Polimeri, Biopower Sardegna (gruppo Clivati) e Cgil, Cisl e Uil. Possono accedere all'esodo i lavoratori che abbiano maturato i requisiti per la pensione di anzianità entro il mese di gennaio del 2014 e abbiano chiesto fin da subito la risoluzione del rapporto di lavoro. Oltre all'uscita incentivata del personale, il patto di risanamento prevede anche la cessione al gruppo Clivati degli asset gestiti dal Consorzio, ad eccezione del depuratore consortile. (f.s.)