I black bloc, violenti senza giustificazioni

Le immagini televisive e le foto che ritraevano quel giovane delinquente, di professione black bloc, lanciare un estintore contro il blindato dei carabinieri già in fiamme, hanno fatto il giro del mondo, provocando sconcerto in tutti noi. La fuga del carabiniere col volto insanguinato, che abbandona il mezzo, rappresenta un duro colpo e un'offesa per le istituzioni democratiche, per l'Arma, per la Polizia e la Finanza, chiamati a vigilare e garantire l'ordine pubblico nel corteo dei manifestanti in piazza San Giovanni a Roma. Quel ragazzo a torso nudo, già identificato, non ha trovato di meglio per scagionarsi dalle proprie responsabilità, che continuare a offendere gli italiani perbene, cercando di convincerli che il lancio dell'estintore servisse a 'spegnere l'incendio". Ormai questo nostro paese si sta abituando a sopportare tutto e tutti, in attesa di un rapido cambiamento nella speranza di avere buoni esempi, a partire dalla classe politica.

Angelo Dedola   Porto Torres