Pulizie sulle sponde dei fiumi

ALGHERO.Per fronteggiare le potenziali esondazioni dei fiumicciatoli dell'agro algherese, in primis il rio Calvia, il Comune quest'anno gioca di anticipo. Sono infatti già iniziati i lavori di pulizia delle sterpaglie che limitano il fluire delle acque lungo le sponde dei piccoli corsi d'acqua. Impegnati già circa trentamila euro per gli interventi più urgenti. «Era importante infatti riuscire a finire prima dell'arrivo delle piogge autunnali», spiega l'assessore alle Manutenzioni Ennio Ballarini aggiungendo che pur essendo interessato ai lavori principalmente il Rio Calvia, analoghi interventi verranno svolti nella zona di Valverde e a Sa Segada per quanto riguarda il Rio Filibertu. Quest'ultimo proprio nel novembre scorso era straripato mandando sott'acqua terreni e abitazioni circostanti. «Si tratta comunque di interventi piuttosto modesti - continua l'assessore - sarebbero infatti necessarie più risorse per svolgere opere davvero risolutive negli alvei dei corsi d' acqua dell'agro. Stiamo comunque lavorando per reperire ulteriori finanziamenti». Intanto ai lavori che non necessitano l'ausilio di mezzi meccanici ci stanno pensando gli operai del progetto Alghero fest bella, già intervenuti alla Scaletta. Le opere di prevenzione, si sa, sono sempre necessarie e il loro ritardo mnegli anni passati ha prodotto pesanti danni. Basti ricordare l' esondazione del 2006, che allago tutte le campagne e relative abitazioni di Ungias e lungo buona parte del Rio Calvia. Per fortuna simili fenomeni non si dovrebbero più ripetere: il comune recentemente ha allargato gli argini del fiume e messo in sicurezza diversi tratti a rischio.

Sergio Ortu