Meridiana, vertice con la Regione

OLBIA.Sindaco si, sindacati (territoriali) no. Giuseppe Gentile, il cavaliere nero di Meridiana fly, l'aveva detto a Giovannelli («tratto con lei, e con i sindacati nazionali») e l'ha fatto: ieri non si è presentato alla riunione del comitato di crisi sulla compagnia aerea.
Né lui, né un rappresentante dell'azienda hanno preso parte al vertice in cui, oltre ai sindacati galluresi, c'erano Gian Piero Scanu (senatore), Giommaria Uggias (eurodeputato), Elio Corda e Renato Lai (consiglieri regionali), Vanni Sanna e Mirko Varchetta (in rappresentanza del comune di Olbia).
Assente anche la Regione. Che fare, allora? Le reazioni sono state molto dure. Varchetta, che è il delegato comunale ai Trasporti, è stato nettissimo. «Gentile ci snobba perché sostiene che sta già trattando con la Regione e con i sindacati nazionali - ha detto -. La Regione ci snobba e non ci informa sugli accordi con l'Aga Khan. E' inaccettabile».
Per arrivare subito al punto, Giovannelli ha preso il telefono e ha chiamato Ugo Cappellacci sul cellulare. Tutti hanno sentito il colloquio istituzionale sulle sorti della compagnia aerea di Olbia. Giovannelli ha chiesto, a nome del tavolo di crisi, un incontro al presidente della Regione. Cappellacci ha detto si, ma chiedendo che si faccia al termine della prossima settimana (sarà impegnato a Bruxelles). Giovannelli ha accettato, ma ha posto una condizione.
«L'incontro - spiega poi il sindaco - si deve tenere a Olbia, non a Cagliari. Non per mancanza di rispetto verso l'istituzione regionale, ma per rispetto verso la città che ospita la sede della seconda compagnia aerea nazionale».
Sarà quella un'occasione per entrare nel merito dell'accordo tra Cappellacci e l'Aga Khan (un articolo di approfondimento è ospitato a pagina 3 del nostro giornale). L'intesa tra il presidente della Regione e il proprietario del gruppo aeronautico deve passare dalla parole ai fatti. La Regione, attraverso la sua finanziaria, la Sfirs, vuole entrare nel capitale di Meridiana spa, che controlla la compagnia aerea ma anche la società di gestione dell'aeroporto di Olbia. Per farlo, la giunta, dopo aver ottenuto il via libera dalla Consob, dovrà ora approvare un disegno di legge, da mandare all'approvazione del consiglio regionale.
Saranno i gruppi politici (e i partiti) a decidere dunque se l'Aga Khan e la Regione dovranno diventare soci in affari. (g.pi.)