«EROTICA TOUR» Sfrattato anche dall'Oristanese? Presa di posizione di monsignor Antonio Vacca e del sindaco


CUGLIERI. Solo qualche giorno fa era stato protagonista di un vivace richiamo a non perdere di vista, soprattutto nel periodo estivo fatto di feste e vacanze, quanti soffrono e sono meno fortunati. Ora la sua diocesi deve fare i conti con lo scompiglio portato da «Erotica Tour» che dovrebbe svolgersi fra il 7 e il 10 settembre nella discoteca `Energy' di Santa Caterina di Pittinuri, frazione di Cuglieri. Monsignor Antonio Vacca, vescovo di Alghero-Bosa, si dichiara perfettamente d'accordo con la dura presa di posizione dell'arcivescovo di Oristano Pier Giuliano Tiddia che aveva attaccato con decisione l'iniziativa. «Le istituzioni devono decidere _ dice monsignor Vacca _ sulla legittimità o meno di queste manifestazioni. Da parte nostra non può che arrivare un sereno richiamo alla legge naturale, alla rivelazione e al magistero della Chiesa: dobbiamo sentirci tutti impegnati, sacerdoti e laici insieme, nell'opera di evangelizzazione che certe circostanze devono rendere più attenta e puntuale». Il presule parla con serenità ricordando che la Chiesa ha il dovere di non far mancare la sua voce di condanna in situazioni di «forte emergenza» e non si tira indietro quasdo viene sollecitato a specificare i motivi di una condanna tanto netta: «Dietro ogni vita umana c'è un progetto di Dio e quindi anche dietro la sessualità: quest'ultima deve essere sempre manifestazione di unione fra uomo e donna vincolati dal matrimonio, rispettando sempre la finalità propria dell'atto sessuale». Una posizione che viene condivisa dal clero locale e dalle associazioni religiose. Tra la gente i commenti si sprecano: si va da coloro i quali vedono con favore questo tipo di manifestazioni e attendono con impazienza l'inizio della rassegna a coloro che non la visiteranno ma non si dichiarano contrari: «Sono molto peggio altre manifestazioni», dice un gruppo di studentesse mentre altre se la prendono con coloro i quali bollano gli interventi dei religiosi come levate di scudi da parte di bacchettoni: «Gli organizzatori di queste rassegne pretendono il rispetto e invocano la libertà che invece non consentono a coloro i quali sono contrari. Se sono liberi loro di voler organizzare certe cose perchè qualcun altro non è poi libero di poterle criticare?». Sul fronte delle istituzioni, invece, c'è da registrare la dura presa di posizione del sindaco di Cuglieri Antonio Lugliè che smentisce seccamente quanto annunciato nei giorni scorsi dai gestori dell'Energy: «Non ho mai incontrato questi signori nè niente so su possibili rassegne da organizzare a Santa Caterina». C'è l'impressione che l'amministrazione cuglieritana sia molto seccata per la gestione della vicenda da parte degli organizzatori: «A nostro avviso _ sostiene il sindaco _ sarà molto difficile che "Erotica Tour" possa far tappa a Cuglieri». Anthony Muroni