Evviva nonna Assunta Ha spento 106 candeline

SANTA GIUSTINA. Si sono radunate molte persone, tra parenti ed amici, l'altro pomeriggio per festeggiare i 106 anni della signora Assunta Barboni nella casa di via Risaia, tra Santa Giustina e Mesola, dove la donna risiede da anni. Assunta, madre di quattro figli maschi e nonna di nove nipoti e sette pronipoti, li ha accolti dalla poltrona in cui siede in soggiorno. A farle gli auguri e a regalarle un mazzo di fiori, anche il sindaco Gianni Michele Padovani ed il vicesindaco Elisa Bellini.mondina e cuocaNativa di Bosco Mesola, poi trasferitasi in località "la Fornace" a Mesola, Assunta vive nella campagna mesolana da quando si è sposata. Da una dozzina di anni è vedova di Edmo Bellini ed ha perso anche uno dei quattro figli, Iseo, mentre sono ancora con lei Franco, Irles ed Umberto. Definita una "grande madre e nonna", Assunta, che ha fatto anche la mondina, è stata anche una bravissima cuoca e lei stessa ha detto che eccelleva nella preparazione delle lasagne, dei cappelletti e della zuppa inglese.Prima dello spegnimento della candelina da parte di questa "super nonna", il sindaco ha ringraziato «i familiari per averci inviato a questo eccezionale evento. In un periodo di festa è bello festeggiare il compleanno di una signora di 106 anni che conferma come a Mesola si viva bene».Indubbiamente Assunta è una delle donne più longeve della provincia. --Lorenzo Gatti© RIPRODUZIONE RISERVATA