Senza Titolo

BONDENO. Pubblica illuminazione significa, indirettamente, sicurezza e prevenzione dei fenomeno di degrado urbano. Questa, almeno, è l'idea che si è fatta l'amministrazione comunale di Bondeno, confrontandosi giorno dopo giorno con i cittadini, in particolare quelli residenti nelle zone più periferiche del territorio comunale. Ecco che, allora, la giunta ha deliberato l'installazione di nuovi punti in alcune località frazionali per incentivare la sicurezza e garantire una maggiore copertura del territorio.PUNTO SALUTENel dettaglio, un altro tassello degli investimenti previsti per ottomila euro consentiranno di installare i nuovi lampioni in via Rossetti a Gavello e nella zona vicina a Palazzo Mosti, a Pilastri. Area, quest'ultima, diventata funzionale non solo alle attività ricreative e sociali della frazione, ma anche al cosiddetto "Punto salute" per i servizi presenti all'interno dello storico edificio del paese. «I cittadini incontrati a più riprese sul territorio - dicono il sindaco Fabio Bergamini e l'assessore ai lavori pubblici, Marco Vincenzi - ci hanno segnalato diverse zone in cui vorrebbero vedere installati nuovi punti luce. Sono tutti suggerimenti di buon senso e che cercheremo di soddisfare per gradi, iniziando dalle località periferiche. In quanto è risaputo che la pubblica illuminazione è percepita come un deterrente contro i fenomeni di degrado urbano». Fenomeni che possono spaziare dagli schiamazzi notturni all'imbrattamento dei muri, fino ad arrivare anche a furti e inosservanza delle regole del codice della strada.PIù SICUREZZAIl Comune di Bondeno, inoltre, sta anche procedendo all'acquisizione dei punti luce di proprietà del vecchio gestore, come prevede la normativa, ma questo non distoglie dal progetto iniziale dell'estensione della rete di pubblica illuminazione. Allo scopo, si apprende dalla relativa delibera approvata dalla giunta, di «potenziare gli impianti esistenti e migliorare la fruibilità veicolare e pedonale degli spazi pubblici interessati». In poche parole: aumentare la sicurezza stradale, che non è un obiettivo di secondaria importanza e che anzi va pari passo con l'obiettivo di garantire una maggior copertura dell'intero territorio comunale. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI