Il Ferrara Buskers Festival è senza confini

Il "Ferrara Buskers Festival"È è una manifestazione internazionale, portabandiera della musica e dell'arte di strada in Italia. Dal 22 al 31 agosto prossimi, la rassegna Internazionale del Musicista di Strada trasforma Ferrara in un palcoscenico che accoglie da tutto il mondo i maestri e i più curiosi esponenti dell'arte di strada, offrendo la possibilità di assistere mediamente ogni giorno a cento show gratuiti e adatti ad un pubblico di tutte le età. Vediamo le date che caratterizzano questa edizione: si apre il 22 agosto con l'oramai consueta anteprima del Ferrara Buskers Festival a Comacchio; il 23 e 24 agosto si arriva a Ferrara; confermato il lunedì 25 agosto a Lugo come l'anno scorso e poi dal 26 agosto fino alla conclusione il 31 agosto a Ferrara. Nei giorni feriali spettacoli alle 18 e alle 21; le domeniche 24 e 31 agosto spettacolo unico dalle 17 alle 20. Tutti i giorni inoltre dalle 24.00 BuskerNight al Ferrara Music Park. Per i tantissimi spettatori, provenienti da tutta Italia e, in misura sempre più significativa anche dall'estero, il festival è un entusiasmante giro intorno al mondo alla ricerca di sonorità familiari ed esotiche, è un'appassionante caccia al tesoro per scoprire gli strumenti più originali, le performance più fantasiose, i costumi più appariscenti. Ed è, soprattutto, un'infinita festa mobile, che si muove in mille direzioni, capace di riservare sorprese ad ogni angolo: un fiume di allegria, di suggestioni, di stupore, che invade strade e piazze di uno dei centri storici più belli d'Italia. Lo splendido paesaggio architettonico di Ferrara, città Patrimonio dell'Umanità Unesco, offre 200 mila metri quadrati di palcoscenico a circa 1000 artisti provenienti da 35 nazioni diverse. Numeri, questi, che fanno del Ferrara Buskers Festival la più importante vetrina mondiale della musica di strada e uno dei principali folk festival d'Europa. Mentre gli artisti invitati sono esclusivamente musicisti, l'ampia schiera di artisti accreditati comprende anche giocolieri, acrobati, equilibristi, clown e altri originalissimi performer. Quest'anno la nazione ospite della 27ª edizione della rassegna dei musicisti di strada sarà la Mongolia. Quello asiatico sarà il paese-bandiera di quest'anno, con quattro gruppi presenti sui venti invitati, direttamente dalla capitale Ulan Bator. Gli artisti proporranno quattro diversi stili musicali: etno jazz, etnica con danze e contorsionismo, un quartetto con canto overtone e infine un trio di classica. La scelta della Mongolia nasce non solo dal desiderio di vedere rappresentata per la prima volta l'Asia (anche se qualche anno fa tra gli ospiti era presente proprio un gruppo della Mongolia), ma anche dalla volontà di offrire un contributo di solidarietà a un Paese duramente colpito dalla carestia. In occasione del Festival, viene annunciato dagli organizzatori si terrà anche un'iniziativa di solidarietà. Maggiori informazioni sul festival sono a disposizione sul sito internet www.ferrarabuskers.com.